Il 23 febbraio il Ministro dell'Ambiente ed i rappresentanti delle Regioni italiane voteranno in via definitiva il "Piano per la conservazione del lupo", un documento in cui, secondo quando anticipato dal Ministro Galletti, saranno previste ventidue norme riguardanti la convivenza tra lupi ed attività agricole, e la soluzione del problema #RANDAGISMO, introducendo le perreras italiane.

Ecco come ti risolvo il problema del randagismo

Il "piano per la conservazione del lupo", oltre che all'uccisione del 5% dei lupi ed ibridi di lupo presenti in Italia, prevede anche l'assassinio dei #cani randagi, dopo un periodo di permanenza in canile, e l'abbattimento immediato dei cani liberi vaganti sul territorio mediante l'ausilio dei cacciatori.

Pubblicità
Pubblicità

Con questo nuovo documento si andrà a modificare la legge 281/91 che prevedeva, oltre ad alcune norme sul benessere animale, anche che i cani randagi, liberi sul territorio o ricoverati nei canili non potessero essere soppressi. Il Governo, secondo quanto dichiarato da Stefano Fuccelli, il presidente del Partito Animalista Europeo, intende risolvere drasticamente il problema del randagismo, introducendo le perreras italiane e rifacendosi a quanto già accade in Spagna nelle tristementi note perreras spanole, riportando la civiltà italiana indietro di almeno trenta anni. Certo le soluzioni al randagismo ci sarebbero, senza arrivare a gesti estremi, mettondo in atto altre strategie come ad esempio promuovere la sterilizzazione, fermare il commercio dei cuccioli dai paesi dell'est Europa, ma a quanto pare il Governo preferisce promuovere l'uccisione di esseri indifesi ed investire i soldi dei cittadini in decreti salva banche ed in attività più lucrose.

Pubblicità

Per fermare questa legge ammazza cani, il Partito Aminalista Europeo, insieme con il Noita ha organizzato in data 23 febbraio una manifestazione, che si terrà a Roma alle ore 14 davanti al palazzo della Conferenza Stato Regioni in della Stamperia 8. A tale manifestazione hanno già dato la propria adesione cittadini, associazioni ed esponenti politici.

Per ricevere gli aggiornamenti su questo articolo e seguire altri articoli sul mondo cinofilo, il suggerimento è di commentare e poi cliccare sul tasto "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo #Animali