Sempre all'insegna dell'instabilità il tempo previsto sulle nostre regioni, ma con chiari segnali di inizio primavera almeno in questo fine settimana. Poi, intorno al 6-7 marzo, è previsto il ritorno dell'aria più fredda, prima sul Nord #italia e poi al Centro Sud della penisola.

In sintesi, questo è il quadro delle previsioni del tempo, confermate in generale dai modelli che studiano le fasi dell'elaborazione dei fenomeni #meteo sull'Italia. Se è prevista una coda dell'inverno? Ancora è presto per poterlo affermare, intanto godiamoci questo primo assaggio di primavera.

Riepilogando, la perturbazione che è arrivata all'inizio della settimana sulle nostre regioni settentrionali, oggi Mercoledì 1 marzo, si è spostata sulle regioni meridionali portando tempo instabile con locali piogge.

Pubblicità
Pubblicità

Saranno maggiormente interessati i settori del basso Tirreno, il nord est della Sicilia e la Puglia, i venti provenienti da maestrale saranno molto intensi su tutti i mari, in serata previste ampie schiarite nelle regioni del Sud.

Al nord, invece, sarà necessario fare molta attenzione al pericolo valanghe sui rilievi alpini, la cui entità è stata marcata con un'allerta pari a 3, in una scala che va da 1 a 5.

Giovedì 2, rimonta l'alta pressione su gran parte dell'Italia portando cielo sereno e tempo stabile, con temperature che in alcune zone raggiungeranno valori al di sopra delle medie stagionali. Quelli massimi si attesteranno sui 13/15° su gran parte delle nostre regioni e supereranno i 18° sulla Sicilia e Sardegna e in molte zone interne del Sud. Il bel tempo interesserà molte regioni ad eccezione del nord della Toscana, dell'Emilia Romagna e della Liguria

Venerdì 3, previsto l'inizio di un peggioramento al Nord ovest, che preluderà ad un tempo instabile nel fine settimana. Attesi nuvole e localmente piogge intense con precipitazioni nevose sulle Alpi.

Pubblicità

Questa fase di instabilità potrebbe coinvolgere, dapprima il Centro nord e nella seconda parte della domenica il Sud.

Previsti venti forti di scirocco

La nuova perturbazione porterà intensi venti meridionali direttamente dall'Africa, infatti su tutti i mari è previsto lo Scirocco che potrà raggiungere la velocità di 70/80 km/h soprattutto sul mar Tirreno, mar Ligure e Canale di Sicilia. Meno intensi sul Mar Ionio e Mar di Sardegna.

Previsto un bollettino di allerta meteo per tutti i naviganti a causa della forte intensità dei fenomeni ventosi.