Oltre cento anni di storia alle sue spalle e presente in Italia dal 2002, #Repower è sinonimo di "energia a vocazione verde". Origine e precisione elvetica, grazie a tecnologie all'avanguardia e una strategia dell'assistenza su misura per i clienti più esigenti, in breve tempo si è collocata tra i principali protagonisti del mercato operando su tutta la filiera. "#innovazione" è la parola d'ordine del brand, che è riuscito a conquistare terreno nella vendita di #Energia elettrica e gas naturale a piccole e medie imprese e che oggi propone un ricco portafoglio di servizi e prodotti efficienti e sostenibili, oltre a soluzioni ultramoderne per la mobilità elettrica, settore in cui è attivo dal 2010.

Pubblicità
Pubblicità

Grande impulso alla mobilità elettrica

Proprio sul fronte della mobilità elettrica Repower sta cercando di risvegliare dal torpore la sonnolenta Italia, fanalino di coda a livello internazionale nella classifica sia della vendita di veicoli sostenibili sia, di conseguenza, in quella della creazione di infrastrutture dedicate alla mobilità del futuro.

L'ultracentenario colosso elvetico dell'energia ha infatti avviato sul territorio italiano il progetto "Ricarica 101", il cui obiettivo, come suggerisce il nome, è quello di realizzare le strutture per la rapida ricarica di veicoli elettrici. La strategia adottata per il lancio dell'iniziativa consentirà, passo dopo passo, di coinvolgere sempre più attori in un processo virtuoso grazie al quale la mappa della mobilità nella Penisola sarà ridisegnata in chiave sempre più green.

Pubblicità

La "Palina Burrasca" per "Ricarica 101"

Il primo tassello di questa strategia è stato quello di coinvolgere le eccellenze dei settori turistico, ricettivo e della ristorazione in una sorta di sfida ai tradizionali mezzi di locomozione a benzina o a gas. Numerose e tempestive le adesioni da parte di albergatori, ristoratori e proprietari di strutture turistiche di vario genere che hanno accolto l'idea di far installare, nei pressi dei loro locali, la "Palina" dal suggestivo nome "Burrasca", di 22kW di potenza, in grado di ricaricare simultaneamente e velocemente due veicoli elettrici, a due o a quattro ruote. "Burrasca" si inserirà nel contesto in modo più che armonioso: gli architetti Italo Rota e Alessandro Pedretti hanno studiato una linea che si integra perfettamente nel paesaggio, diventando un grazioso elemento di arredo urbano, oltre che strumento di comunicazione.

Un connubio tra tecnologia e innovazione, dunque, per "Ricarica 101", che fregiandosi di tante eccellenze nazionali non tarderà ad imporsi, aprendo anche in Italia la strada a una maggiore diffusione della mobilità elettrica.