Dopo i colpi andava sui social a vantarsi delle sue gesta. Stiamo parlando di R. Putignano, ragazzo barese di 21 anni, accusato di rapina a mano armata. Ad incastrarlo le foto postate dallo stesso ragazzo su Facebook dopo i colpi.



L'agenzia Adnkronos riferisce che "L'accusa è di rapina a mano armata in concorso e porto abusivo di pistola. I fatti riguardano due rapine ai danni di altrettanti supermercati del quartiere San Paolo: la prima commessa con un complice il 19 gennaio scorso all'Eurospin di via Accolti Gil e l'altra il 18 marzo, in quel caso da solo, all'Eurospar di Piazza Europa". I carabinieri hanno quindi eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del ragazzo, emessa dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della Procura della Repubblica.


I filmati a disposizione delle forze dell'ordine lo riprendono proprio mentre con grande disinvoltura punta la pistola contro addetti alle casse e clienti, prima di raccogliere i soldi dalle casse e far perdere le sue tracce. Dopo i colpi il ragazzo andava sui social, dove non solo cercava nuovi complici in vista di future rapine, ma con spavalderia si vantava delle sue gesta con tanto di foto e post ironici al seguito. E proprio questi post lo hanno tradito: nei video di una delle rapine infatti l'abbigliamento del rapinatore corrispondeva a quello che Putignano indossava nelle foto postate sul suo profilo Facebook. I fatti risalgono a qualche mese fa, ma solo dopo l'ultima ordinanza la notizia ha iniziato a diffondersi. Il ventunenne barese si trova ora ricoverato in stato di detenzione straordinaria al Policlinico di Bari. Il 19 marzo scorso Putignano è infatti rimasto ferito in seguito a un conflitto a fuoco ingaggiato con le forze dell'ordine che lo avevano scoperto e bloccato dopo una rapina.


In seguito alle novità emerse durante le ultime settimane di indagini, il giovane dovrà dunque ora rispondere di tre rapine a mano armata e del conflitto a fuoco in cui è rimasto coinvolto. Se volete restare aggiornati sulle notizie di cronaca cliccate Segui in alto a destra.
#Cronaca Bari