Sergio Pagani è il preside dell'Istituto Majorana di San Lazzaro di Savena, comune in provincia di Bologna. Il dirigente scolastico è stato intervistato dal quotidiano 'Il Resto del Carlino/Il Giorno/La Nazione' in merito al suo 'rifiuto' nei confronti della #Chiamata diretta della Buona #Scuola renziana.

'Ho deciso di non scegliere, entro domani l'USR provvederà alla nomina dei docenti che ho deciso di non scegliere'. Tra tutte le scuole della provincia di Bologna, Sergio Pagani è stato l'unico DS a rinunciare al 'potere' attribuitogli dalla legge 107, anche se lui si affretta subito a precisare che la stessa legge gli ha offerto la possibilità di rinunciare alla chiamata diretta.

Ultime news scuola, martedì 30 agosto 2016: a Bologna, DS rinuncia alla chiamata diretta dei docenti

'Nel mio Istituto ci sono sedici posti disponibili, di cui uno sul sostegno.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante questo ho deciso così perchè non sono d'accordo nè sulla modalità, nè sui tempi (stretti) della procedura'.

Il dirigente scolastico ha comunicato la propria decisione al Provveditorato e anche sul sito dell'Istituto Majorana all'interno di una nota in cui si precisa che 'il dirigente scolastico non procederà all'esame dei curriculum vitae dei docenti'. 

'Non era possibile esaminare in maniera adeguata ed equa una valanga di curriculum - ha sottolineato Sergio Pagani - ed ecco perchè ho ritenuto più giusto rimandare il tutto alla precedente procedura: c'era il rischio di compiere una scelta effettivamente poco ponderata'.

Chiamata diretta ultime notizie: 'I docenti sono professionisti, non intaccherà la qualità del POF'

Eppure la chiamata diretta ha come scopo quello di scegliere i professori in base alla propria offerta formativa, un'opportunità nuova e straordinaria, così come è stata definita dal governo.

Pubblicità

'Non metto in dubbio che si tratti di una procedura che abbia una sua validità a condizione che si realizzi con tempi più distesi. Non certo in questi tempi così affrettati'.

Viene chiesto al DS se l'assegnazione d'ufficio non finisca per intaccare la qualità del piano di offerta formativa: 'Assolutamente no - ha risposto Sergio Pagani - anche e soprattutto perchè stiamo parlando di professionisti, anche perchè potranno arrivare ugualmente dei docenti che aspiravano ad insegnare al Majorana'. Con buona pace della 'rivoluzione copernicana' Giannini-Faraone. #Cronaca Bologna