Si sono concluse oggi presso il Teatro Comunale di Bologna le prove per il Concerto Finale della XXII Edizione del Concorso Internazionale di Composizione "2 Agosto", sotto la meticolosa e costante supervisione del direttore artistico Fabrizio Festa. Sul palco la compagnia di danza Körper, diretta dal coreografo napoletano Francesco Nappa. In buca l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta dal brillante Alessandro Cadario, che eseguirà le tre partiture vincitrici.

La sera di lunedì 1 Agosto la prova generale - come sempre aperta al pubblico - in Piazza Maggiore, infine il concerto il 2 Agosto, alle ore 21, nella storica piazza felsinea. Ma non sarà solo il balletto l'attrazione della serata; tra gli ospiti: la giovane e virtuosa sassofonista ferrarese IsabellaFabbri, che suonerà muovendosi tra i volteggi dei ballerini ed il compositore pugliese Francesco Maggio, a cui la direzione artistica del Concorso ha commissionato una nuova composizione, che sarà eseguita in prima assoluta proprio durante il concerto.

Pubblicità
Pubblicità

Il Concorso Internazionale di Composizione "2 Agosto", fortemente voluto dallo scomparso Torquato Secci - primo Presidente dell'Associazione tra i Familiari delle Vittime della strage alla Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980, con l'intento di non dimenticare, ha cadenza annuale e si rivolge ai giovani compositori di #Musica contemporanea. L'unico limite per parteciparvi, è l'età: i concorrenti infatti non devono avere più di quarant'anni.

Quest'anno la Giuria - presieduta dal Sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna, Nicola Sani -, ha premiato le seguenti composizioni, in ordine di arrivo: "Sincretesi Prima", del giovanissimo e promettente compositore vicentino Alessio Manega, "Quattro Fauni in Fuga", del musicista palermitano Giuseppe Ricotta e "Le Grillage" del compositore parigino Matthieu Lechowski, che tra l'altro ha vinto il medesimo premio nell'edizione del 2014. Il Concerto Finale è un evento incluso nel programma di Bologna Estate, perchè la musica e l'#Arte accessibili a tutti sono sempre di casa nel capoluogo emiliano. L'accesso al concerto è, come sempre, gratuito, sono disponibili circa mille posti a sedere; essendo un evento molto sentito, nonché seguito dal pubblico, si consiglia agli spettatori di recarsi sul "crescentone" con largo anticipo.

Pubblicità

#Cultura Bologna