L'11 maggio, a #Bologna, avrà inizio la 17esima edizione di Zoomark International 2017, la più grande fiera in Europa dedicata ai prodotti e alle attrezzature per gli animali da compagnia. L'evento è organizzato da BolognaFiere e si terrà dall'11 al 14 maggio presso il quartiere fieristico della città, su una superficie espositiva di 50mila mq. La manifestazione è cresciuta tantissimo rispetto agli anni precedenti, sia in termini di padiglioni (che non saranno 4 ma 5), sia nel numero di espositori, passati da 615 a 735, provenienti sia dall'Italia che dall'estero.

Il direttore generale di BolognaFiere, Antonio Bruzzone, ha spiegato che quest'anno ci sono i presupposti per un evento da record.

Pubblicità
Pubblicità

Basti pensare che nella scorsa edizione, quando l'intera manifestazione era più ridimensionata, sono stati superati i 22mila visitatori. Ricordiamo che la fiera è aperta solo agli operatori del settore. Oltre all'esposizione di workshop, si è cercato di arricchire il programma con seminari, conferenze e varie iniziative, per esempio incontri che trattano le tecniche sulla toelettatura e sulle malattie degli animali da compagnia. Si darà spazio alle presentazioni di uno studio dell'istituto di ricerca Euromonitor International, riguardante le prospettive per il mercato pet nel mondo, e soprattutto le indagini statistiche sui pet shop italiani. Questa manifestazione è un appuntamento molto atteso per chi lavora in questo settore, poiché rappresenta un'occasione per confrontarsi con i maggiori produttori internazionali, crescere professionalmente, aggiornarsi, prendere spunti e - perché no - avere nuove opportunità di business.

Pubblicità

Più cani o gatti nelle nostre case?

Il convegno inaugurale di Zoomark si terrà giovedì 11 maggio, quando verrà presentato l'ultimo rapporto Assalco (Associazione Nazionale tra le imprese per l'alimentazione e la cura degli animali da compagnia), nel quale è emerso che gli italiani amano gli animali, se ne prendono cura e investono denaro su di loro. Secondo le statistiche, in media ogni italiano possiede un animale, visto che la loro presenza nelle nostre case è pari a 60 milioni. Al primo posto ci sono i #gatti, seguiti a ruota dai #cani, e in minor percentuale, figurano pesci, uccellini, piccoli mammiferi e rettili.

Questi dati sono rassicuranti, per certi versi, però chi ama gli animali conosce anche altre realtà, purtroppo ancora ben radicate nel nostro Paese, come il maltrattamento e l'abbandono. C'è ancora molto da fare in questo senso, forse cominciare a considerare sul serio che i nostri amici a quattro zampe sono esseri senzienti, in grado di provare anche dei sentimenti. È bene sottolineare, infatti, che non possono essere associati a semplici peluche da regalare a Natale e da buttare via a Ferragosto o, peggio ancora, utili per sfogare le proprie frustrazioni.

Pubblicità

Infatti è troppo facile prendersela con i più deboli, con chi non può difendersi e non è in grado di lottare ad armi pari: non si è forti in questi casi, ma si rischia di essere solo dei vigliacchi.