Brescia si appresta a festeggiare i Santi Faustino e Giovita. Nella giornata di mercoledì 15 febbraio 2017, una volta archiviato San Valentino, la città lombarda si animerà per l’arrivo di 602 bancarelle nel centro storico. Il tradizionale appuntamento con la fiera si rinnova anche quest’anno e richiamerà a Brescia migliaia di persone provenienti da tutta Italia. Gli espositori saranno dislocati sullo stesso percorso delle scorse edizioni, dalle piazze principali come P.zza Vittoria e P.zza Mercato, fino alle strade che le circondano come Via San Faustino, Corso Zanardelli o Via Gramsci.

Pubblicità

Lungo il tracciato della fiera non mancheranno gli stand di alcune associazioni. L’apertura delle bancarelle sarà da mattina a sera. In città, però, avremo anche una serie di appuntamenti solenni in programma, che vi illustreremo qui di seguito. Inoltre, vi daremo informazioni relative alla mobilità.

Pubblicità

Fiera del Santo Patrono nella città di Brescia

La giornata si aprirà come di consueto con le messe in Basilica alle ore 8:00 e 9:30, dopodiché avremo la messa pontificale presieduta dal vescovo di Brescia, Luciano Monari, alle ore 11:00. Nel pomeriggio, prima della messa delle ore 18:15, avremo i vespri. Tornando alla mattinata, non mancherà la deposizione di una corona d’alloro presso il monumento dei Santi, programmato per le ore 10:30. Saranno presenti le autorità civili e religiose. Detto questo, non ci resta che scoprire i dettagli concernenti parcheggi e mezzi pubblici. Il comune di Brescia ha comunicato la chiusura dell’autosilo di P.zza Vittoria dalle ore 23:45 di martedì 14 febbraio 2017 alle ore 6:00 di giovedì 16 febbraio 2017.

Pubblicità

Saranno, inoltre, spente le telecamere della zona a traffico limitato (Ztl), così da consentire l’ingresso agli espositori. Gli autobus effettueranno servizio con gli orari del sabato, mentre la metropolita quelli dei festivi, anche se ci sarà un incremento nella frequenza dei convogli dalle ore 9:00 alle ore 21:00. Per giungere fino alla fiera si potrà utilizzare l’asse San Martino della Battaglia-Mazzini oppure l’itinerario Martiri della Libertà, Porcellaga e Cairoli. Vi invito a seguirmi per ricevere altre notizie sulla città di Brescia. #Cultura Brescia