#Brescia ospita dal 21 gennaio all'11 Giugno una grande mostra dedicata alla pittura dell'800 dal titolo " Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana." Nel primo weekend di apertura, la mostra ha registrato un boom d'ingressi pari a ben 1513 visitatori.

Pubblicità

L'esposizione e'curata da Davide Dotti e ha luogo presso l'elegante Palazzo Martinengo in via Musei 30; comprende oltre 100 dipinti provenienti da collezioni pubbliche e private che raccontano la storia di un secolo di #Arte pittorica italiana.

Pubblicità

La mostra si snoda in più sale di varie dimensioni, disposte su due piani e il percorso espositivo inizia con un capolavoro della scultura italiana: "Amore e Psiche" del Canova, posto a simbolo della perfezione dell'estetica neoclassica.

Hayez su tutti

I quadri esposti alla mostra sono opere di esponenti del Neoclassicismo, del Romanticismo, della Scapigliatura e del divisionismo. Fra tutti spicca il nome di Francesco Hayez, appartenente alla corrente romantica e presente alla mostra con il dipinto dal titolo "Maria Stuarda". L'opera, per la prima volta a Brescia, è di notevoli dimensioni pari a 3 metri per 2, occupa infatti un' intera parete di una sala. Proviene da una collezione privata e rappresenta la donna che sale al patibolo circondata da un bagno di folla.

Altre opere di questo artista presenti alla mostra sono "La Vergine addolorata" e "Il ritratto del principe Barbiano di Belgioioso".

Pubblicità

Il neoclassicismo e' la corrente pittorica che in questa mostra e' rappresentata da Andrea Appiani che era il pittore preferito da Napoleone Bonaparte. Altri importanti pittori presenti alla mostra con le loro opere sono Induno, Fattori, Carnovali detto il Piccio, Molteni, Scuri, Arienti, Inganni del quale sono esposte due suggestive vedute di piazza Loggia, Segantini, Pelizza da Volpedo, De NIttis, Mancini e Boldini.

E' possibile visitare la mostra nei giorni di mercoledì, giovedi e venerdi dalle ore 9.00 alle 17.30 e nei giorni festivi e la domenica dalle ore 10.00 alle 20.00. In occasione della Pasqua e pasquetta, il 24 e il 25 aprile la mostra osservera' l'orario dei giorni festivi. Vi è la possibilità di richiedere presso la biglietteria un'audio-guida che offre spiegazioni e descrizioni di ogni dipinto o di usufruire di visite guidate.

Inoltre scaricando APP18 e la CARTA DEL DOCENTE e' possibile, scaricando il codice e presentandolo in biglietteria, entrare alla mostra gratis.