Arrivano importanti novità su quelle che potrebbero essere le mosse dell'#Inter nella prossima sessione di calciomercato. Stando a quanto riporta Mondo-Inter, infatti, i nerazzurri avrebbero bussato alle porte della #lazio per cercare di strappare il talento senegalese di origini spagnole, Keita Balde, cercando di replicare l'affare Antonio Candreva, approdato a Milano la scorsa estate per 25 milioni di euro. Il direttore sportivo dell'Inter, Piero #ausilio, avrebbe già avviato i contatti sia con la Lazio, sia con l'entourage del calciatore anche se, al momento, non può affondare del tutto il colpo essendo la sua posizione in bilico. Il ds, infatti, ha il contratto in scadenza e ancora non c'è stata la fumata bianca per ufficializzare il rinnovo. Se questa dovesse arrivare a breve, Ausilio cercherà di affondare il colpo decisivo per portare in nerazzurro l'esterno biancoceleste

La quotazione della Lazio

Keita è da sempre uno dei pupilli di Ausilio, che corteggia da tempo il giocatore ma non ha mai affondato il colpo vista la quotazione spropositata data dal patron, Claudio Lotito, e viste le difficoltà econimiche attraversate dall'Inter l'estate scorsa. Ora questo problema non sussiste, vista la forza economica di Suning, che vuole riportare il club milanese ai vertici del calcio mondiale, e visto che il patron biancoceleste chiede 25 milioni di euro, dato che il contratto del calciatore scade nel 2018 ed ha già comunicato, attraverso il suo agente, che non c'è volontà di rinnovarlo. La Lazio, dunque, non vuole rischiare di perdere il proprio gioiello a costo zero dunque diventa inevitabile una cessione la prossima estate. Nei mesi scorsi anche il Milan aveva fatto un sondaggio per il calciatore ma i rossoneri sono alle prese con la questione closing, che limita gli investimenti societari e dunque difficilmente potranno mettersi in corsa per il giocatore, a meno di colpi di scena. La concorrenza per Suning potrebbe venire dall'estero, dove molti club di Premier League hanno espresso già il loro gradimento per Keita.