Due mesi abbondanti alla fine della stagione, ma già da parecchio fioccano le indiscrezioni sui cambiamenti in Serie A in vista della prossima, tanto che questa volta dovremmo assistere ad un insolito scambio di panchine tra le squadre principali.

Nulla di certo ancora, per qualcuno basterà attendere soltanto un altro mese, per altri la fine dell'annata, ma molte delle tendenze sono già chiare (in fondo si tratta degli stessi 4-5 mister in lizza per le varie squadre).

Nuovo allenatore della Juventus

Allegri gode della piena fiducia ovviamente della #Juventus, ma in casa bianconera i continui successi in Italia portano gli allenatori a voler cercare altri stimoli ad un certo punto.

Pubblicità
Pubblicità

Max, molto richiesto in Premier League, deciderà in base all'andamento della Champions di quest'anno.

Ed il nuovo allenatore della Juventus? Si andrà a pescare sicuramente nel nostro Campionato. Al di là della suggestione Di Francesco, sono 2 gli allenatori che si contendono la panchina bianconera: Spalletti, favorito se divorzierà dalla Roma, oppure Sousa, attuale tecnico della #Fiorentina.

Nuovo allenatore dell'Inter

La situazione dell'Inter è la più difficile da pronosticare tra tutte. La media di oltre 2 punti a partita di Stefano Pioli dovrebbe garantire secondo il buon senso la permanenza all'ex calciatore della Fiorentina (arrivare 4' o 5' dopo aver preso la squadra sotto la mezza classifica significa comunque tanto), ma le ambizioni enormi di Suning lasciano aperta la possibilità di prendere qualche big.

Pubblicità

Nomi non ne facciamo, perchè da Conte e Simeone in giù di voci sui giornali ne sono già uscite 300. Ma si tratta solo di sondaggi, perchè l'Inter appunto non ha ancora deciso se trattenere o meno Pioli.

Nuovo allenatore della Roma

Nella capitale invece la situazione è più chiara: molto difficilmente Spalletti resterà l'allenatore della Roma. Ha rotto con la stampa locale, lancia da tempo segnali d'insofferenza anche verso la Società e quindi i giallorossi hanno 3 strade per procedere alla sua sostituzione. Una è quella che porta a Di Francesco, molto gradito all'ambiente (e che si è letteralmente offerto come ha ricordato ieri lo stesso Spalletti), la seconda è ancora quella che conduce verso Sousa, molto ben visto da alcuni componenti della Società perchè con lui ci sarebbe piena continuità tecnica e tattica rispetto all'attuale idea di gioco (la difesa a 3 e mezzo sempre più spesso adoperata da Spalletti l'allenatore toscano l'ha studiata proprio dalla Fiorentina del portoghese) offensiva, ed infine una scelta del ds che Pallotta sta facendo tutto per portare a Roma: Monchi del Siviglia.

Pubblicità

Uno dei più bravi dirigenti al Mondo avrebbe sicuramente un nome caldo da proporre come nuovo allenatore della Roma.

Nuovo allenatore della Fiorentina

In tutto questo caos di panchine c'è la situazione della Fiorentina, dove nell'ordine le preferenze sono Pioli e Di Francesco (con Sousa non confermato ma richiestissimo tra Borussia Dortmund, Premier League ed Italia). Ma per il primo si deve attendere la decisione dell'Inter, ed appunto pur rappresentando per Corvino la prima scelta, i viola non possono aspettare a livello di tempistiche la fine della stagione. Un incontro tra Pioli e la Fiorentina c'è già stato circa un mese fa, ma l'affare è percorribile solo se i nerazzurri decideranno entro la fine di Aprile. Per Di Francesco invece l'ostacolo si chiama Roma. L'attuale allenatore del Sassuolo, come detto, sogna di tornare nella capitale, dove conserva ancora tanti amici da quando era calciatore, e per questo pur essendo molto lusingato dalle avances della Fiorentina, sta prendendo tempo in attesa di conoscere l'evoluzione delle vicende giallorosse. Solo qualora Corvino non riuscisse a portare nessuno di questi 2, si penserebbe ad un outsider come nuovo allenatore della Fiorentina. Anche qui inutile fare nomi, perchè sono usciti tutti, diciamo che fra queste alternative al momento in leggero vantaggio ci sarebbe Mazzarri, come ha ricordato anche Enzo Bucchioni. #A.S. Roma