Giorni di fermento in casa #Milan. E' attesa per oggi la caparra da 100 milioni che dovrebbe arrivare nelle casse di #fininvest e sancire la proroga della trattativa per il passaggio di consegne del Milan dalla famiglia #berlusconi alla cordata cinese rappresentata da Sino-Europe Sports. Filtra ottimismo da entrambe le parti e sembra che il bonifico da 100 milioni sia già partito da Hong Kong dalla società Rossoneri Hong Kong e già domani potrebbe essere disponibile nelle casse di Fininvest. Resta da definire la data per il closing che secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere il 7 aprile prossimo. Le date alternative sono il 14 aprile o dopo Pasqua, si saprà qualcosa in più nella giornata di oggi.

Pubblicità
Pubblicità

Intanto spunta un retroscena preoccupante. Secondo 'Bloomberg' l'ennesimo rinvio della trattativa è stato causato dal passo indietro di Haixia Capital Management. L'ente legato al governo cinese avrebbe abbandonato Sino-Europe Sports [VIDEO] che si ritroverebbe, a questo punto, senza l'appoggio di un partner statale. La motivazione del passo indietro sarebbe legata alle recenti dichiarazioni del governatore della banca cinese Zhou Xiaochuan che avrebbe preso posizione contro gli investimenti dalla Cina verso l'estero in ambienti come lo sport e l'intrattenimento. Secondo lo stato cinese questo genere di investimenti vanno contro le politiche industriali ed economiche della nazione.

Duro colpo per la cordata, ancora segreta, di imprenditori che fanno parte di Sino-Europe Sports.

Pubblicità

Dopo i recenti dubbi sollevati sulla figura di Yonghong Li, reo di aver truffato migliaia di persone negli anni '90, arriva quest'altro duro colpo per la società. Nonostante ciò continuano ad essere positivi i commenti del presidente di Sino-Europe Sports e di Fininvest su buon esito della trattativa. In tutto questo trambusto, i tifosi rossoneri che sono i più dubbiosi, possono stare tranquilli perché nella cessione del club è inserita una clausola che prevede investimenti sul calciomercato [VIDEO] per 350 milioni in tre anni. Insomma, Berlusconi avrebbe 'messo al sicuro' il Milan prima di accettare la cessione.