Incredibile quello che è successo a San Siro questo pomeriggio. #Inter-Atalanta doveva essere il big match della 28esima giornata di #serie A tim visto che bergamaschi e nerazzurri [VIDEO] erano separati da un solo punto in classifica. Doveva essere, sulla carta, una partita estremamente equilibrata visto anche l'importantissima posta in palio, cioè la qualificazione alla prossima Europa League. Di fatto, però, in campo non c'è stata praticamente partita con i nerazzurri che hanno asfaltato l'Atalanta con il punteggio tennistico di 7 a 1. L'Atalanta è stata in partita solo nel primo quarto d'ora, poi la rete al minuto 17 da parte di Mauro Icardi ha dato il là a un monologo nerazzurro, tanto che a fine primo tempo il parziale diceva Inter 5 Atalanta.

Pubblicità
Pubblicità

Semplicemente fantastiche le prestazioni di Icardi e Banega, autori entrambi di una tripletta, mentre il settimo sigillo è stato realizzato da Gagliardini, al secondo gol consecutivo e il primo a San Siro davanti ai suoi nuovi tifosi. La rete della bandiera per i bergamaschi è stata realizzata da Freuler al 42esimo del primo tempo.

Adesso il terzo posto non è più un sogno

Con la prestazione di oggi l'Inter ha fatto capire alle altre pretendenti che farà di tutto e di più per provare ad agguantare quel terzo posto che significherebbe qualificazione [VIDEO] ai preliminari della prossima Champions League. Di sicuro se il livello delle prestazioni sarà uguale a quello offerto oggi a San Siro, Roma e Napoli non potranno abbassare minimamente la guardia perché questa Inter è diventata terribilmente concreta e gioca un gran calcio.

Pubblicità

Guardando il calendario inoltre non si può fare a meno di notare che il Napoli oltre allo scontro diretto con l'Inter, che si giocherà a San Siro, dovrà ancora affrontare Juventus, Lazio, Fiorentina e il Torino in trasferta, non proprio un calendario semplice quello dei partenopei da qui alla fine del campionato. Insomma i nerazzurri con la prestazione di oggi sono prepotentemente tornati in corsa per il terzo posto, le avversarie sono avvisate, l'Inter c'è e se la giocherà fino in fondo.