Uno dei migliori prospetti del calcio mondiale in circolazione è sicuramente l'attaccante francese del #Monaco, Kylian Mbappè. Il classe 1998 risponde ai parametri imposti da Suning, che sin dal suo insediamento ha subito fatto intendere di puntare sui migliori talenti in circolazione e gli acquisti di Joao Mario (45 milioni allo Sporting Lisbona) e Gabriel Barbosa, noto anche come Gabigol (30 milioni di euro al Santos) rispondono a questo diktat.

Non sarà facile riuscire a strappare Mbappè al Monaco, soprattutto per la forte concorrenza che c'è sul baby fenomeno francese. Su di lui, infatti, sono piombate anche Real Madrid, Manchester United e Paris Saint Germain, che sicuramente sono pronte a darsi battaglia a suon di milioni di euro pur di strapparlo alla concorrenza.

Pubblicità
Pubblicità

Ma Suning non teme nessuno ed è pronto ad accontentare le richieste economiche del Monaco, tra gli 80 ed i 100 milioni di euro.

Le carte per arrivare a Mbappè

Ma l'#Inter potrebbe anche avere due jolly per abbassare notevolmente le richieste economiche del club francese. Nella trattativa, infatti, potrebbero entrare il centrocampista francese, Geoffrey Kondogbia, rimasto nel cuore del Monaco e di tutti i tifosi del club monegasco, e Gabriel Barbosa. L'agente dell'attaccante brasiliano ieri ha rilasciato una dichiarazione in cui ha confermato di aver parlato con la dirigenza nerazzurra e, nel caso in cui il suo assistito non dovesse trovare spazio da qui a fine stagione, potrebbe essere ceduto, anche in prestito, ad una big europea. E il Monaco rientra tra queste big, tanto che quest'anno è in semifinale di Champions League, trascinato proprio da Mbappè, autore di cinque reti in sette presenze disputate nella massima competizione europea.

Pubblicità

Anche in Ligue 1 il classe 1998 sta trascinando i compagni alla conquista del campionato, con dodici reti e otto assist in ventitré presenze.

Con l'inserimento di questi due calciatori nella trattativa, la richiesta economica del Monaco scenderebbe a dismisura, anche grazie a Kondogbia che dall'approdo di Stefano Pioli sulla panchina dell'Inter, sembra tutt'altro giocatore rispetto a quello visto lo scorso anno e all'inizio di questa stagione sotto la gestione De Boer, che era arrivato a metterlo fuori rosa dopo la partita contro il Bologna di fine settembre, ed il suo cartellino si è rivalutato notevolmente. L'Inter lo aveva acquistato nell'estate del 2015 proprio dal Monaco per 40 milioni di euro e adesso, verosimilmente, la sua quotazione si aggira sui 25 milioni di euro. #Mbappe