Non hanno avuto, sui giornali, i titoloni dei campioni azzurri dopo il successo mondiale di Berlino, ma i ragazzi #down della Nazionale di calcio a 5, in Portogallo hanno cantato a gran voce, da grandi vincitori, l'Inno di Mameli. E anche loro potranno andare in giro a dire, con orgoglio, di essere campioni del mondo.

Mondiali di calcio a 5 per ragazzi down: l'Italia campione del mondo in Portogallo

È stata la nazionale italiana di calcio a 5 formata da ragazzi con sindrome di Down a vincere il titolo in Portogallo, ai Mondiali che si sono giocati a Viseu. Gli azzurri hanno sconfitto in finale padroni di casa per 4 a 1 che erano i favoriti per la vittoria della manifestazione.

Pubblicità
Pubblicità

E dire che alla presentazione dell'evento, prima della partenza per il Portogallo, sembrava già un sogno per molti di questi ragazzi soltanto la partecipazione al loro primo Mondiale di Calcio. Invece, via via, le prestazioni in campo hanno dimostrato che i ragazzi allenati da Roberto Signoretto, Gianluca Oldani ed Edoardo Scopigno, sono state di gran lunga le migliori del lotto composto da Portogallo, Brasile, Messico e Sud Africa. Ovviamente soddisfatto il ct Signoretto: 'Siamo orgogliosi di loro, che bello vedere questi ragazzi giocare a calcio. Lo ammetto, anche per me è stata una grande emozione. Speriamo che questo successo possa garantire un ulteriore sviluppo del nostro settore' le parole a Torina Sportiva.

Oltre alla vittoria di squadra, l'Italia ha chiuso anche con i successi personali di Francesco Leocata (miglior portiere del torneo) e Luca Magagna (miglior marcatore, per lui due gol anche nella finalissima).

Pubblicità

Insieme a loro, sono diventati campioni del mondo Marco Fasanella, Davide Vignando, Cristian Palaia, Simone Di Giovanni, Carmelo Messina, Marco Sfreddo, Matteo Simoni, Riccardo Piggio, Amedeo Alessi e Luca Casciotti.

In Brianza una partita di beneficenza a fine maggio

A proposito di ragazzi down, l'ultima domenica maggio, in Brianza a Mezzago (MB), si giocherà una partita di beneficenza dove prenderanno parte alcuni ragazzi affetti da questa sindrome. Insieme a loro scenderanno in campo diversi ex calciatori, i fondi della partita verranno devoluti in beneficenza per acquistare un mezzo di trasporto per i ragazzi down della cittadina brianzola. La partita si giocherà al campo sportivo Francesco Brignani: questa volta non si suonerà l'Inno di Mameli, ma a tutti i partecipanti verrà donato un mazzo di asparagi rosa, il prodotto tipico di Mezzago. #disabili #disabilità