Da una parte la #Ternana, che lotta a denti stretti per conservare il posto in Serie B. Dall'altra la #spal, che vola verso la Serie A. Motivazioni differenti, ma forti entrambe. I padroni di casa non possono interrogarsi più di tanto sul valore degli avversari: hanno un solo obiettivo, vincere. E non potrebbe essere diversamente, a 180 minuti dalla fine, nel pieno della lotta per la salvezza che coinvolge anche Vicenza, Trapani, Avellino, Brescia, Ascoli, Pro Vercelli e perfino il Cesena.

Tifosi rossoverdi chiamati a raccolta

Il successo esterno di Vicenza ha dato nuovi stimoli alla squadra di Liverani. E in un momento così delicato, la società umbra chiama a raccolta i tifosi rossoverdi: in ogni settore dello stadio Libero Liberati di Terni si entrerà con un euro.

Pubblicità
Pubblicità

Forte, insomma, la motivazione della Ternana, massima espressione di una piazza calcistica che vanta 26 partecipazioni in Serie B e ha conosciuto i fasti della Serie A, nelle stagioni 1972-73 e 1974-75. La Ternana non vince in casa dal 22 aprile scorso, 2-0, contro il Frosinone. Nelle ultime undici gare ha ottenuto 20 punti, non pochi dopo sei sconfitte consecutive.

I biancazzurri vogliono i tre punti

Forte anche la motivazione della Spal, che vuole tutti e tre i punti per chiudere una volta per tutte il capitolo promozione, per tramutare in realtà una "favola" maturata domenica dopo domenica. Serve una vittoria per ritornare a casa con la A in tasca, senza pensare ai risultati delle altre partite. Non possono esserci cali di tensione proprio adesso, neppure dopo due pareggi di fila. Si prevede la presenza di oltre un migliaio di tifosi biancazzurri.

Pubblicità

Agli ospiti è stata assegnata la Curva ovest. L'ultimo acuto esterno della Spal a Latina, il 22 aprile, 1-2.

I confronti della penultima giornata di Serie B

La penultima giornata della Serie B vedrà di fronte anche Benevento e Frosinone, Cittadella e Vicenza, Hellas Verona e Carpi, Latina e Perugia, Novara e Entella, Pro Vercelli e Brescia, Salernitana e Avellino, Spezia e Pisa, fischio d'inizio alle 15 di sabato 13, Trapani e Spezia, alle ore 18, e Bari e Ascoli domenica alle 15. Al comando della classifica c'è la Spal, a quota 75, a seguire Hellas Verona 72 e Frosinone 71. Più giù Perugia 61, Cittadella 60, Benevento 59, Carpi 58, Spezia 56; Novara e Bari 53; Salernitana e Entella 51; Cesena 49, Pro Vercelli 48; Ascoli, Brescia e Avellino 46; Trapani 44, Ternana 43, Vicenza 41, Pisa 34, Latina 31.