È tutto pronto per #italia e #uruguay, due Nazionali che possono vantare una straordinaria tradizione: quattro i titoli mondiali degli azzurri, due quelli degli avversari di questa sera. Fischio d'inizio alle ore 20,45, all'Allianz Riviera di #Nizza. Gara trasmessa in diretta da Rai 1. Si tratta di un'amichevole, ma sarebbe riduttivo etichettarla semplicemente come tale. Italia-Uruguay è importante per il ranking. Ventura non potrà schierare Verratti, alle prese con un fastidio fisico. Previsto l'impiego di Donnarumma fra i pali sin dal primo minuto. La fascia di capitano toccherà a De Rossi. Diverse le vecchie conoscenze del calcio italiano fra gli uruguaiani, il tecnico Tabarez, i calciatori Muslera, Caceres, Rjos, Vecino, Laxalt, Gonzalez e Cavani.

Pubblicità
Pubblicità

I precedenti

Italia-Uruguay è sempre un confronto affascinante. La "Celeste", che negli anni Venti e Trenta era fra le formazioni più forti del mondo, oggi è terza nel girone di qualificazione a Russia 2018, alle spalle di Brasile e Colombia. Quindicesimo il posto nel ranking Fifa. L'Italia la precede di tre posizioni. Nei dieci incontri precedenti due vittorie italiane, quattro pareggi e altrettante battute d'arresto. Indimenticabile il successo azzurro nei Mondiali del '90: l'Italia s'impose con un perentorio 2-0, reti di Totò Schillaci e Aldo Serena.

Informazioni utili per i tifosi

Sulla community ufficiale delle Nazionali di calcio italiane, "Vivoazzurro", i tifosi che si recheranno a Nizza sono invitati a muoversi con i mezzi del trasporto pubblico, le motociclette e attraverso strade suggerite.

Pubblicità

Nelle vicinanze dello stadio c'è un'ampia area parcheggio dedicata proprio alle moto. Realizzate mappe per ogni situazione. Le porte dell'impianto saranno aperte alle ore 19. A gara avviata, gli unici accessi consentiti saranno le porte "B" e "J".

I prossimi impegni

Intanto, sono circa 15 mila i biglietti già emessi per Italia-Liechtenstein, partita di qualificazione alla Coppa del mondo, in programma a Udine domenica sera, alle 20,45. Nella stessa giornata si giocheranno anche Finlandia-Ucraina, Irlanda-Austria, Moldavia-Georgia, Islanda-Croazia, Israele-Albania, Kosovo-Turchia, Macedonia-Spagna, Serbia-Galles. L'Italia tornerà in campo, successivamente, sabato 2 settembre, alle 20,45, contro la Spagna, in terra iberica. Martedì 5 settembre, ancora alle 20,45, sarà la volta di Italia-Israele; venerdì 6 ottobre, 20,45, Italia-Macedonia; lunedì 9 ottobre, 20,45, Albania-Italia.