Stasera alle 19 la Covisoc si pronuncerà su tutte le domande di #iscrizione alla #serie c presentate. I club che si vedranno respinta la richiesta, potranno presentare ricorso entro le 19 di venerdì 14 luglio. Il 20 dello stesso mese infine, il Consiglio Federale si esprimerà sui ricorsi e decreterà l'elenco delle squadre iscritte al campionato di Serie C 2017/2018. A quel punto scatteranno i #ripescaggi per i posti rimasti vacanti.

A Latina e Como si aggiunge la Maceratese

Fuori dai giochi sono già il Latina, fallito praticamente a campionato in corso e il Como che non è riuscito ad ottenere l'affiliazione alla FIGC in quanto non ha ottemperato ai pagamenti di stipendi e contributi ai propri dipendenti e tesserati.

Pubblicità
Pubblicità

Un'altra squadra praticamente ormai fallita è la Maceratese. La società ha presentato domanda di iscrizione senza la relativa fideiussione, senza azzerare i debiti coi propri tesserati e con un decreto ingiuntivo arrivato dai fornitori.

Mantova e Akragas in bilico

Situazione da decifrare quella del Mantova. Il presidente Marco De Sanctis continua a dichiararsi ottimista e certo che la squadra biancorossa riuscirà a perfezionare l'iscrizione, ma secondo quanto riportato da calcioefinanza.it il club non ha presentato la fideiussione [VIDEO] e anzi, il revisore contabile ha quantificato in 900mila il mancato ripianamento dei debiti.

Per l'Akragas l'ultima speranza è il ripensamento del suo presidente Giavarini che ha già annunciato di volersi disimpegnare a causa del disinteresse degli imprenditori locali verso la squadra di Agrigento.

Pubblicità

Messina, Modena e Vicenza verso l'ok

Problemi in via di risoluzione quelli che interessano Messina, Modena e Vicenza che pure più volte erano state date per spacciate. Il Messina coadiuvato dal noto legale bolognese Mattia Grassani avrebbe risolto tutti i problemi relativi alla pianificazione del suo debito. Anche in casa Modena il patron Caliendo, rassicura i tifosi, la situazione sarebbe formalmente a posto e sarebbe stato anche raggiunto un accordo di massima per la cessione della società. Intanto la società emiliana, dovrà dimostrare di aver versato 1 milione e 800 mila euro per passare indenne il controllo Covisoc sulla situazione patrimoniale. Bene anche il Vicenza che nell'arco dei prossimi mesi sarà acquisito dalla Boreas Capital, una holding arabo-lussemburghese che acquisterà il 75% delle azioni della società veneta.

Ripescaggi: la situazione

Dunque sono 3 i posti sicuramente liberi che però potrebbero diventare facilmente 5 e nella peggiore delle ipotesi addirittura 8. Il ripescaggio avviene 'chiamando' a turno una squadra dalla graduatoria della Serie D e una tra le retrocesse dalla Serie C.

Pubblicità

Tra le retrocesse solo il Lumezzane avrebbe le carte in regola ma il presidente Cavagna non intende pagare la tassa a fondo perduto. Tutti i ripescaggi quindi, avverranno verosimilmente pescando dalla graduatoria della Serie D. Ad oggi quindi sono Triestina, Rieti e Rende a guadagnare un posto certo in Serie C. A sperare nelle disgrazie altrui dal Rende fino al Varease 12esimo che tra le varie rinunce potrebbe scalare la graduatoria fino ad ottenere un posto al sole.

Graduatoria ripescaggi Serie D

1) Ciliverghe Mazzano (rinunciato)

2) Triestina

3) Rieti (verso l'accettazione)

4) Rende

5) Massese (verso l'accettazione)

6) Nocerina (rinunciato)

7) Imolese

8) Gozzano

9) Vis Pesaro

10) Trastevere (verso la rinuncia)

11) Cavese (verso la rinuncia)

12) Varese