Pubblicità
Pubblicità

In casa #Inter, terminata la sessione estiva di calciomercato, ora ci si dedica ai rinnovi di contratto per quei giocatori in scadenza [VIDEO], come Joao Miranda, o per quei giocatori che, invece, hanno dimostrato di essere tra i migliori elementi della rosa, come Ivan #Perisic.

L'esterno croato è stato al centro di un vero e proprio tormentone di mercato nell'ultima estate, con il Manchester United che sembrava ad un passo dall'acquisto del calciatore. I Red Devils, infatti, avevano trovato l'accordo economico con l'agente del giocatore, Fali Ramadani, offrendogli un contratto triennale a sei milioni di euro a stagione, ma non si sono mai avvicinati alle richieste dell'Inter (che ha sempre dichiarato di non essere disposta a sedersi al tavolo delle trattative per offerte inferiori ai cinquantacinque milioni di euro), arrivando ad offrire massimo quaranta milioni di euro più bonus.

Pubblicità

I nerazzurri hanno fatto sapere che erano disposti ad abbassare le pretese economiche solo con l'inserimento nella trattativa del cartellino dell'attaccante francese, Anthony Martial, in prestito con eventuale diritto di riscatto, ma la richiesta è stata subito rigettata dal club inglese.

Il pressing del tecnico portoghese, Josè Mourinho, dunque, non è servito a nulla visto che Perisic alla fine è rimasto a Milano, sedotto anche dalla corte serrata del tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, che gli ha ribadito più volte come facesse affidamento su di lui per riportare i nerazzurri ai vertici del campionato italiano.

Le trattative per il rinnovo

Spalletti, però, non è l'unico ad aver convinto Perisic alla permanenza visto che all'esterno croato, è arrivata anche la promessa per un adeguamento di contratto.

Pubblicità

Come riportato da Tmw Radio, infatti, vanno avanti le trattative per il rinnovo e sembra vicino la fumata bianca. L'Inter, infatti, avrebbe offerto un adeguamento di contratto a cinque milioni di euro a stagione più bonus (alle stesse cifre percepite da Mauro Icardi) fino al 2021, rispetto all'attuale contratto che scade nel 2020. Un rinnovo, dunque, a cifre molto simili a quelle che avrebbe percepito in Inghilterra e che conferma come l'Inter punti tutto su lui ed il capitano argentino per riuscire a tornare in Champions League, dopo sei anni di assenza.

Il vero colpo di scena in questa trattativa, però, sarebbe rappresentato dal fatto che nel contratto non sarà inserita alcuna clausola rescissoria [VIDEO], rispetto a quanto si era vociferato inizialmente. Ciò darà piena forza in fase di trattative a Suning, qualora qualche altro club dovesse bussare alla porta per l'esterno croato.