Primo match importante per il Milan [VIDEO]contro una squadra di pari livello e prima sconfitta fragorosa. I rossoneri guidati da Montella perdono clamorosamente contro la #lazio. I rossoneri incassano 4 goal dai biancocelesti, protagonista indiscusso Ciro #immobile capace di segnare ben tre goal. Dopo i primi minuti iniziali in cui il #Milan è stato in partita ben presto la squadra rossonera è stata dominata dalla Lazio, Immobile per ben due volte nel corso del primo tempo ha bucato la porta difesa da Donnarumma. Prima su rigore assegnato dall'arbitro Rocchi agli uomini di Inzaghi per fallo di Kessie su Luis Alberto. Sul dischetto si è presentato Immobile che ha infilato in rete nonostante l'intuizione di Donnarumma poi dopo appena quattro minuti girata al volo e secondo goal.

Pubblicità
Pubblicità

Lazio in vantaggio di due goal

Al rientro dagli spogliatoi mister Montella non ha effettuato cambi, primi minuti terribili per i rossoneri, nel giro di un minuto il Milan ha incassato due goal, uno- due micidiale da parte di Immobile e Luis Alberto. Finalmente Montella si è deciso a fare i primi cambi: Kalinic e Calhanoglu per Cutrone e Borini e qualcosa si è mosso. Montolivo ha segnato riaccendendo un minimo di speranza ma sotto di quattro reti ogni tentativo di rimonta da parte del Milan è risultato inutile. Prima pesante sconfitta per il Milan con quattro reti incassate in una sola partita.

Nessun alibi per Montella e la squadra

Troppi gli errori commessi, è mancata cattiveria e determinazione, dopo i primi minuti giocati alla pari il Milan è sparito dal campo. Troppi i giocatori apparsi sottotono da Cutrone a Borini in attacco passando per un centrocampo incapace di coprire e soprattutto di supportare l'attacco ed infine la difesa in bambola specie sugli ultimi due goal.

Pubblicità

In casa rossonera ci sarà da riflettere, le colpe vanno divise a metà tra l'allenatore che ha sbagliato formazione ed ha corretto il tiro troppo tardi, ai giocatori che incapaci di reagire. Perché un acquisto come Andrè Silva, considerato dallo stesso Cristiano Ronaldo come suo erede e autore di una grande prestazione in Nazionale è stato tenuto in panchina?

Montella continua ad insistere con il 4-3-2-1, dovrebbe provare a cambiare modulo, una squadra che ha speso 250 milioni sul mercato e che si presenta con ambizioni da scudetto non può incassare quattro goal. A volte le sconfitte sono salutari per ripartire con più umiltà, giovedì la partita di Europa League contro l'Austria Vienna sarà l'occasione per un pronto riscatto dei rossoneri. Intanto Juventus ed Inter sono più lontane in testa alla classifica di serie A.