Pubblicità
Pubblicità

Situazione alquanto rocambolesca in Serie C [VIDEO], la terza serie professionistica di calcio italiana. Non sono passate neanche tre settimane da quando la squadra di Pagani, la Paganese appunto, ha accettato le dimissioni del suo ex-allenatore alla guida tecnica della squadra dopo la prima giornata di campionato persa in casa contro la matricola Bisceglie per 2 reti a 0. Il 28 agosto la società salernitana nomina Massimiliano Favo al posto al posto di Salvatore Matrecano.

Ora un altra situazione analoga per alcuni versi si sta verificando in casa giallorossa del #Lecce. Mentre per Matrecano il motivo che hanno spinto ad abbandonare la squadra azzurro stellata sono stati del tutto strettamente personali, rinunciando alla guida tecnica della prima squadra, per Robertino Rizzo sono invece del tutto calcistici e professionali.

Pubblicità

Ovviamente ancora nulla di ufficiale, solo per via ufficiosa possiamo dirvi che Roberto Rizzo ha rassegnato le dimissioni. Voci certe, all'interno della società di Via Colonnello Costadura, hanno confermato la notizia circolata su alcuni media nazionali, tra cui per primi tuttomercatoweb.com.

L'ombra di Padalino su Rizzo.

Ritornando alle motivazioni, pare che Rizzo non riuscirebbe a sopportare le pressioni, ingiustificate, che arrivano proprio dalla sua Lecce dai propri sostenitori e tifosi. Orfani del bomber Di Piazza [VIDEO], l'amara sconfitta di ieri rimediata al Massimino contro il Catania per tre reti a zero è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Possiamo dire che è una goccia in quanto la sconfitta contro i siciliani è la prima sconfitta rimediata in campionato dopo il pareggio della prima di campionato con la Virtus Francavilla e la sofferta vittoria contro l'altra siciliana, il Trapani.

Pubblicità

Il 24 aprile 2017 è subentrato a Pasquale Padalino alla guida del Lecce, tornando così sulla panchina della squadra salentina a distanza di sette anni con un contratto valido fino al termine della stagione e rinnovo automatico in caso di promozione in Serie B. Per lui solo due pareggi ottenuti contro la Paganese ed in casa contro la Fidelis Andria. Ora la società del Lecce pare che abbia rispedito al mittente la richiesta di dimissioni ma il tecnico si San Cesario di Lecce pare sia irremovibile. Alle 16.00 è stata convocata una riunione straordinaria tra i soci per scegliere il sostituto del tecnico leccese. Si attende il comunicato ufficiale della Società.

Di seguito il comunicato ufficiale dell'oramai tecnico Rizzo: “In queste ore ho maturato una decisione, che seppur sofferta, è irrevocabile, nonostante i vari inviti da parte della società a ripensarci. Ho deciso - scrive il tecnico alla società - di rassegnare le dimissioni dalla guida tecnica della prima squadra, dettate esclusivamente da motivi personali. Al presidente Saverio Sticchi Damiani e alla società tutta rivolgo il mio ringraziamento."

Se la società accetta avanti con Serse Cosmi?

Ora tutto l'ambiente giallorosso, caldo e passionale - questo lo si sa da sempre - è diviso tra chi vorrebbe continuare con l'allenatore leccese e chi vorrebbe invece un suo esonero e far ritornare Serse Cosmi e riportare il Lecce in Serie B.

Pubblicità

L'allenatore perugino non è nuovo all'ambiente leccese. Lo conosce molto bene. Subentrato in corsa nel dicembre del 2014 dopo l'esonero di Eusebio Di Francesco non è riuscita comunque a salvare la squadra dalla retrocessione, ma lo stesso ha lasciato un ottimo ricordo tra i tifosi. Non dimentichiamo la celebre frase a quasi fine campionato: l'aritmetica dice che sono retrocesso con il Lecce, ma poi c'è un'altra classifica che è quella dei tifosi. E allora a Lecce ho vinto il campionato. #Lega Pro girone c #serie c