Pubblicità
Pubblicità

Walter Sabatini e Piero Ausilio mettono in agenda i primi nomi chiesti da Luciano Spalletti, intanto a svelare qualche nome per il mercato invernale è Alfredo Pedullà, giornalista esperto di mercato. Durante la consueta trasmissione di 'Calcio & Mercato', in onda su Sportitalia, Pedullà spiega come l'#Inter si muoverà a gennaio. Secondo i suoi agganci, lo scambio di prestiti tra Joao Mario e Javier Pastore, può realmente andare in porto. [VIDEO] Infine svela una clamorosa indiscrezione su #Rabiot, centrocampista del Paris Saint-Germain, finito nel mirino dei nerazzurri.

Alfredo Pedullà fa sognare i tifosi

Ecco le parole dell'esperto di mercato, dove svela i primi movimenti di mercato dell'Inter, in vista del mercato di gennaio: "Vi svelo come sarà il calciomercato dell'Inter a gennaio: inizio da Joao Mario e Javier Pastore, entrambi i giocatori sono dei separati in casa.

Pubblicità

Tutto combacia alla perfezione. Il primo centrocampista da prendere è Ramires, l'ex Chelsea arriverà dal Jiangsu Suning, stessa proprietà dell'Inter. A gennaio sarà un mercato di riparazione, soprattutto da parte di Inter e Napoli, i due club hanno una rosa corta. Adrien Rabiot? Walter Sabatini ha da sempre due nomi segnati in agenda, e sono quelli di Rabiot e Javier Pastore. In questo momento Rabiot è poco utilizzato, anche perchè il Paris Saint-Germain a centrocampo è ben messo".

Spalletti tiene alta la concentrazione

Le parole di Luciano Spalletti, durante la conferenza stampa per il campionato: "Siamo un bel gruppo, lavoriamo bene insieme, quindi teniamo tutto presente. Parlo con tutti, compreso Joao Mario. Lui non ha detto [VIDEO] niente di particolare, solo cose corrette che ovviamente può dire quando vuole.

Pubblicità

Chiaramente si prende una decisione in base al loro lavoro, chi sta giocando di più o meno. Anche Joao Cancelo vorrebbe giocare di più, lui si allena molto bene, ma per il momento i giocatori titolari sono questi, ma dobbiamo essere sempre tutti preparati. Cercherò di sbagliare il meno possibile, terrò tutto presente. Tutto il gruppo fa bene il proprio lavoro, e hanno intenzione di continuare così''.

Un pensiero sulla Nazionale e su una possibile chiamata come ct: "Mi fa piacere che hanno pensato anche a me, ma in questo momento il mio posto è qui. Se devo scegliere un nome per l'Italia, dico Carlo Ancelotti. E' l'uomo giusto, ha carisma e tanta esperienza. Ci sono anche altri allenatori, ma lui è perfetto per guidare la Nazionale". #pedullà