Pubblicità
Pubblicità

Luciano #Spalletti sembra davvero l'allenatore giusto per far tornare a volare la squadra nerazzurra. Intanto, il tecnico di Certaldo, stupisce tutti con le sue parole, dove ha indicato chi è il miglior talento presente in Serie A. L'ex allenatore della Roma, ha mandato un chiaro messaggio a Piero Ausilio e Walter Sabatini, indicando Federico #Chiesa come prossimo grande acquisto. [VIDEO]

L'Inter prepara l'offerta 'mostruosa' per Federico Chiesa

Luciano Spalletti, a margine di un incontro di beneficenza, ha rilasciato un'intervista dove ha spiegato il momento attuale dell'#Inter in Serie A, sorprendendo tutti con una richiesta precisa di mercato: "Federico Chiesa è un attaccante fortissimo, il più forte in Serie A.

Pubblicità

Di lui mi piace che vive per la squadra. Scende in campo per tutti i compagni, non guarda solo alla sua prestazione. Chiesa ha lo stesso carattere del padre e non è un ragazzo presuntuoso".

Secondo quanto riportano i colleghi della "Gazzetta dello Sport", Federico Chiesa si sarebbe accordato con la Fiorentina per quanto riguarda il contratto che scade il 30 Giugno 2018, con l'ingaggio che al momento è di 2 milioni di euro. Il club viola vorrebbe chiudere il rinnovo il prima possibile, anche perchè, il giovane attaccante è finito nel mirino dell'Inter targata Suning. Il patron nerazzurro, Jindong Zhang, vorrebbe accontentare le richieste di mister Spalletti, che ha individuato in Federico Chiesa, il rinforzo giusto per il 2018. Ma bisognerebbe attendere Giugno, quando i paletti del Fair Play Finanziario saranno tolti.

Pubblicità

La Fiorentina intanto, ha valutato il cartellino del'attaccante classe 1997: si parla di una cifra che sfiora i 50 milioni di euro. L'Inter prepara l'intera somma per portarlo a Milano. Al giocatore sarebbe garantito un contratto da 5 milioni netti a stagione.

La parole di Luciano Spalletti

La parole di Luciano Spalletti sul campionato: "Abbiamo fatto tantissimi punti, cosa che all'inizio del campionato potevamo solo sperarci. Adesso siamo nella posizione in cui possiamo pensare cosa tenere presente e cosa lasciare. Sono sicuro che questa squadra non tornerà indietro, perchè ha gettato delle basi importanti. I miei giocatori sono cambiati nella testa, questo è il punto base per costruire qualcosa di importante. Roma e Lazio le nostre rivali per un piazzamento in Champions League, ma non taglierei fuori il Milan. Nel calcio ne ho viste tante di situazioni ribaltate".