Pubblicità
Pubblicità

Ha regalato il primo punto nella #Serie A alla sua squadra, il #Benevento calcio, ha rovinato la giornata al Milan di Gattuso, ha segnato il suo primo gol da professionista, ha fatto esplodere uno stadio, il Ciro Vigorito, ed è finito sui giornali di mezzo mondo. Alberto Brignoli [VIDEO]è il calciatore della settimana, il ‘portiere volante’ che ha segnato un gol di testa allo scadere dell’incontro di domenica scorsa, 3 dicembre 2017, tra il Benevento e il Milan.

La sua squadra era sotto di un gol, mancava poco più di un minuto allo scadere del tempo supplementare quando i suoi compagni hanno guadagnato un calcio d’angolo.

Pubblicità

Ha raccontato nel dopo partita Brignoli: "Ho sentito qualcuno dalla panchina che mi diceva: 'Sali' ... ho chiuso gli occhi ed ho fatto una cosa di istinto, perché alla fine ho fatto un tuffo da portiere, non da attaccante”. Il resto è la favola che sta vivendo.

Brignoli ha infatti guadagnato il pareggio e anche il primo punto in serie A per il Benevento Calcio che da settimane è divenuta una delle squadre italiane di calcio più chiacchierate anche all’estero. Motivo: a poche giornate dalla fine del girone d’andata il suo punteggio in classifica era ancora fermo a 0. Un dato che aveva portato i giallorossi a battere tutti i record negativi del calcio.

Ovviamente l’impresa di Brignoli che ha rotto la serie di ben 14 sconfitte consecutive è divenuta virale. Il suo gol di testa ha fatto il giro del mondo.

Pubblicità

Come se non bastassero la spettacolarità del gesto, il fatto che sia arrivato allo scadere del tempo regolamentare e che ha regalato la fine di un incubo alla cenerentola della serie A, c'è infatti anche un altro aspetto molto importante a far rimbalzare la sua impresa da un punto all'altro del globo: il portiere, bergamasco in prestito dalla Juve, ha anche rovinato la festa a Gattuso che proprio domenica scorsa, col Benevento, esordiva come allenatore del suo Milan.

Ovviamente il gol di Brignoli ha anche prodotto grande ilarità sui social. Caricature e post con il suo nome al centro sono diventati virali nel giro di poche ore. Sconvolgente anche l’ascesa social che ne è derivata per il portiere del Benevento. A guadagnarci è stato soprattutto il suo profilo #Instagram che nel giro di due giorni dalla straordinaria impresa sull'erba del Vigorito ha visto schizzare i followers da qualche migliaio a quasi 50 mila, tanti quasi quanto gli abitanti di Benevento. Per notizie ed aggiornamenti sul mondo del calcio [VIDEO], continuate a seguirci.