Pubblicità
Pubblicità

L'Inter si gode la prima settimana da capolista, anche se sabato sera scenderà sul campo della Juventus [VIDEO] per difendere il primo posto. Uno dei protagonisti di questa stagione è il capitano-attaccante Mauro #Icardi. L'argentino è andato in gol anche contro il Chievo, superando Ciro Immobile che era al comando della classifica marcatori. Il giocatore di Rosario ama i colori nerazzurri e vorrebbe restare a vita per diventare una bandiera come Javier Zanetti. Ma dalla Spagna cercano di rovinare questo bel momento.

Indiscrezione assurda

Quella che arriva dalla Spagna è una bomba di mercato in tutti i sensi. La notizia arriva direttamente dall'emittente iberica Mega, dove nel corso del programma El Chiringuito, il giornalista Pipi Estrada fa esultare i tifosi del #Real Madrid.

Pubblicità

Secondo le sue fonti infatti, Mauro Icardi, avrebbe trovato un totale accordo [VIDEO]con i blancos. Ma non è tutto: il capitano dell'Inter si sarebbe già accordato per le visite midiche, che a suo dire dovrebbero sostenersi il 26 dicembre. Sempre secondo la sua versione, il Real Madrid verserebbe 80 milioni di euro più 12 di bonus nelle casse dei nerazzurri. Mentre il giocatore firmerebbe un contratto di 9 milioni netti a stagione più il 30% dei diritti di immagine.

La parole del giornalista sarebbero infondate, in quanto il 26 dicembre combacia con la vigilia di un eventuale quarto di finale di Coppa Italia (Pordenone permettendo). In più ricordiamo che Mauro Icardi all'Inter percepisce il 50% dei diritti d'immagine e di certo non andrebbe a guadagnare di meno. Solo l'ingaggio potrebbe far vacillare l'attaccante nerazzurro, ma l'Inter è pronta ad umentare quello attuale.

Pubblicità

Ausilio è tranquillo

Il ds Piero Ausilio, nel corso della Domenica Sportiva su Raidue, è apparso tranquillo sulle voci di mercato intorno a Mauro Icardi. Escludendo eventuali contatti con il Real Madrid. Ieri il direttore sportivo dell'Inter, parlando della sfida di Coppa Italia contro il Perdonone, diceva: "Per loro si tratta di una favola destinata a concludersi". Non è mancata la risposta del presidente del Pordenone: "Ausilio doveva risparmiarsi una frase del genere. Non mi sono per niente piaciute le sue parole. L'Inter non dovrebbe mai dire cose del genere, ma anzi, dovrebbe essere contenta e dare il benvenuto alle squadre avversarie. Noi faremo la nostra gara, se dovessimo prendere una goleada, stringeremo la loro mano. Ma chissà, magari spaventeremo una grande squadra. Nel calcio non si sa mai". #indiscrezione