Sono state mantenute pure per quest'anno le detrazioni fiscali concernenti la casa. Il decreto di Stabilità ha ratificato ancora le facilitazioni per quei contribuenti che ristrutturano un immobile, eseguono lavori di riqualificazione energetica e comperano nuovi arredi. Novità sostanziali rispetto a quanto accadeva in precedenza non vi sono, ma vediamo comunque di dare uno sguardo a tutti i dettagli di tali #Detrazioni fiscali di cui potranno usufruire gli italiani.

Detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione edilizia, bonus al 50%

Tutti quelli che sosterranno degli interventi mirati a ristrutturare un immobile avranno diritto ad un bonus per le spese sostenute pari al 50 per cento, fino al 31/12 di quest'anno e per un massimo di 96.000 euro. Rientrano in questa casistica tutti quei lavori ordinari o straordinari dello stabile, persino quelli mirati al risanamento di mantenimento, al restauro ed apportati in ciascuna sezione immobiliare. Sul portale dell'Agenzia delle Entrate vi è una guida completa che mostra tutti i requisiti per poter usufruire di tale detrazione fiscale, nonché tutte le informazioni su come fare la domanda.

Detrazioni fiscali per aggiornamento energetico, ecobonus al 65%

Oltre alla sopra citata agevolazione, la legge ha ribadito anche l'ecobonus al 65 per cento. Si tratta della deduzione fiscale che concerne tutti quelle operazioni di efficientamento energetico per gli immobili che sono soggetti a interventi edili. Rientrano fra questi anche l'allacciamento di pannelli solari ed impianti di climatizzazione di nuova generazione, che permettono di risparmiare. Le spese massime variano a seconda del tipo di intervento che si effettua, ma sul sito dell'AdE vi è tutto ben specificato, ma ricordiamo che si può arrivare sino ad un massimo di 60.000 euro. La stessa percentuale riguarda pure i lavori mirati ad una messa in sicurezza degli edifici dagli eventi sismici. In tal caso la somma da portare in detrazione non deve superare i 96.000 euro.

Detrazioni fiscali per mobili nuovi, bonus al 50%

Per tutto il 2015 troviamo anche il bonus arredi pari al 50 per cento. La detrazione fiscale interessa le spese concernenti mobili ed elettrodomestici aventi classe uguale o maggiore ad A+, soltanto per i forni è prevista una classe di almeno A. La cifra massima da poter detrarre è di 10.000 euro. Va ricordato che tutto ciò è concesso soltanto se si è in presenza di lavori di ristrutturazione edilizia.