Cresce l'attesa ad #Acireale per l'arrivo di quello che viene considerato uno degli eventi più divertenti e folcloristici di tutta la Sicilia: il #Carnevale.Acireale, comune di 50mila abitanti della provincia di Catania, è famoso in tutta la Sicilia per essere considerato la patria della granita, per i suoi bellissimi monumenti in stile barocco e per l'appunto...il suo carnevale. Un carnevale che si svolge ogni anno intorno al mese di Febbraio e che richiama migliaia di turisti provenienti da ogni parte dell'isola. Quest'anno la manifestazione si svolgerà nei giorni 18, 19 e dal 23 al 28 Febbraio. Un evento che coinvolge tutta la città e soprattutto le scuole, che rimarranno chiuse durante la settimana di festa, per consentire ai ragazzi di partecipare attivamente alle sfilate in maschera.

Pubblicità
Pubblicità

Il fascino dei carri allegorici e infiorati.

Vera attrattiva dell'evento sono i carri allegorico-grotteschi e i carri infiorati. I primi, realizzati in cartapesta da associazioni locali, sfilano lungo un circuito cittadino. Si fermano poi in precisi punti e vengono presentati dallo speaker della manifestazione, che descrive il tema il carro.I temi sono diversi per ogni carro: alcuni raffigurano personaggi politici, personaggi di fantasia o del mondo dello spettacolo, e trattano argomenti di politica, ad economia, di ambiente. Dopo la presentazione i carri si "muovono" e si trasformano, al ritmo di musica, aprendosi e sorprendendo i visitatori con giochi di colori, forme e luci spettacolari.Ogni anno viene poi premiato il carro allegorico più bello.I carri infiorati hanno invece caratteristiche simili a quelli dei carri della Liguria e della Costa azzurra.

Pubblicità

Vi sono personaggi e oggetti realizzati esclusivamente con fiori veri, e anch'essi si muovono meccanicamente.

Un carnevale dalle antiche origini

Una tradizione quella del carnevale di Acireale che ha origini antiche: è del 1594 infatti la prima citazione della manifestazione all'interno di un mandato di pagamento. La festa sembra che sia nata spontaneamente tra la gente del luogo, che sentiva il bisogno di scherzare e di divertirsi prima del periodo di penitenza pasquale.I #carri allegorici iniziarono a sfilare verso la fine dell'800. Inizialmente non erano altro che allestimenti sulle carrozze dei nobili, poi furono invece costruiti in cartapesta.All'interno della manifestazione, oltre ai carri, vi sono anche esibizioni di gruppi mascherati, gare sportive, spettacoli teatrali e spettacoli di musica da vivo, con la presenza anche di cantanti famosi.