Il grande comico #Aldo Baglio, conosciuto per il suo ruolo nel trio "Aldo, Giovanni e Giacomo", è stato ospite al Festival internazionale del Fumetto e della Cultura Pop a Catania. L'#Etnacomics, evento che si svolge ogni anno nel mese di giugno, è un festival internazionale dedicato al fumetto, al cinema d'animazione, ai giochi da tavolo e ai videogiochi e si svolge presso il centro fieristico le Ciminiere. Il comico palermitano è stato ospite nel terzo giorno dell'Etnacomics, dopo due giorni trascorsi tra cosplayers, mostre, giochi di ruolo e cibo tradizionale. Giorno 1 Giugno noi di Blasting News abbiamo avuto l'occasione di incontrare il grande Dario Argento, il padre dei più grandi film horror e thriller della storia.

Pubblicità
Pubblicità

Conferenza con Aldo Baglio all'Etnacomics e premio alla carriera

Durante la conferenza che si è tenuta ieri alle ore 17.00 nella Sala Polifemo alle Ciminiere di Catania, l'attore e comico palermitano Aldo Baglio ha incontrato tutti quei fan che lo amano dai tempi in cui partecipava al programma "Mai dire gol" fino ad arrivare ai suoi più celebri film insieme a Giovanni Storti e Giacomo Poretti, compagni di avventura nonché di vita. Tra uno spezzone di film e di teatro ad un altro, il pubblico di Etnacomincs e la direzione di quest'ultimo, hanno fatto delle domande al comico siciliano. Come prima domanda gli è stato chiesto che tipo di rapporto ha con i suoi compagni di avventure, ed Aldo ha risposto che li considera come fratelli e sono grandi amici, ma che con l'arrivo dei figli si sono un po' distaccati ed ognuno ha preso strade diverse.

Pubblicità

"L'amicizia rimane, anche se cambia. La sintonia tra noi, però, rimane sempre". Aldo Baglio ha poi parlato delle sue passioni al di fuori del suo lavoro da attore. Ama dipingere e camminare "specialmente quando sono arrabbiato cammino tantissimo per scaricare", afferma ridendo. Il suo rapporto con la tecnologia non è dei migliori: è nostalgico, vorrebbe tornare al telefono a muro. Sostiene però che i social e gli smartphone sono mezzi per dare visibilità e a volte molto utili. Silvana, sua moglie, ha anche partecipato in moltissimi sketch teatrali insieme ad Aldo, Giovanni e Giacomo: il comico racconta che lavorare con lei è sempre stato stimolante, e la considera come un vero e proprio collante per il gruppo. Sono ormai passati ben 25 anni dal giorno in cui Aldo, Giovanni e Giacomo sono diventati quelli che conosciamo oggi. In conclusione gli viene chiesto se lui ha sempre pensato di voler fare l'attore, oppure da giovane aveva altre aspirazioni. A questa domanda il comico risponde che non pensava proprio di fare l'attore: dopo aver lasciato il suo lavoro alla Stipel, ha conosciuto Giovanni e Giacomo e da lì è incominciato tutto.

Pubblicità

Subito dopo la conferenza, è stato consegnato ad Aldo un premio alla sua eccezionale carriera.

Presentazione del libro di Aldo Baglio "Tre uomini e una vita. La nostra (vera) storia raccontata per la prima volta" all'Etnacomics

Aldo Baglio racconta la sua vita e quella dei suoi amici, nonché colleghi di lavoro, in un libro: "Tre uomini e una vita. La nostra (vera) storia raccontata per la prima volta". "C'è stato un tempo in cui Aldo faceva l'operaio alla Stipel, Giovanni l'acrobata e Giacomo l'infermiere all'ospedale di Legnano. Tutti e tre, però, avevano un sogno: recitare", si legge nella descrizione del libro. Esso racconta l'esordio della loro carriera fino ai giorni nostri. Dopo la presentazione, i fan ed Aldo si spostano nell'Area Firme di Etnacomics per una foto o un autografo con il famoso comico. #Cultura Catania