Un ragazzo perde i sensi, un medico lo soccorre ma non da segni di vita. Parte la chiamata al pronto soccorso del 118 e dopo quasi 20 minuti, tutto ciò che resta da fare è dare la brutta notizia ai familiari. E' morto all'età di 32anni.

Oggi pomeriggio un ragazzo catanese ha perso la vita mentre si allenava in palestra. Una #tragedia ancora senza nome e senza motivazioni, ma il dolore dei familiari e degli amici è indescrivibile.

Ecco i fatti

La tragedia è avvenuta intorno alle ore 15,30 a #Catania, in Sicilia. La vittima un giovane di 32 anni, che come ogni giorno si era recato nella palestra Virgin Active, in via Messina 623, per fare una nuotata in piscina.

Sembrava un giorno come gli altri, tutti erano indaffarati a svolgere il proprio lavoro e ad allenarsi in palestra e in piscina. Nessuno si sarebbe potuto immaginare che da li a poco sarebbe avvenuto un fatto del genere.

Il primo soccorso è arrivato da un medico che si trovava in quel momento all''interno della palestra e che ha cercato immediatamente di rianimarlo con l'utilizzo del defibrillatore, senza nessun risultato. Poco dopo sono giunti i sanitari del 118 ma per il ragazzo non c'è stato nulla da fare, se non dichiarare il decesso.

I carabinieri sono intervenuti sul luogo e hanno iniziato a interrogare i vari presenti su cosa fosse accaduto pochi minuti prima.

Secondo una prima ricostruzione, il 32enne si trovava in piscina per seguire una lezione di aquagym, come era suo solito fare.

All'improvviso, però, colpito da un malore sconosciuto, ha perso i sensi e da quel momento si sono susseguiti solo attimi di paura, sconcerto e terrore, poiché il ragazzo non ha dato più nessun segno di vita.

La causa sembrerebbe un attacco di cuore, che ha colpito il ragazzo in maniera imprevedibile. Tuttavia, l'identità del giovane resta ancora nascosta, come la risposta dell'ospedale su quale sia stata la vera causa della morte inaspettata.

Non è l'unico caso

Sfortunatamente, non è il primo caso dove un ragazzo è morto mentre si allenava. Tra le vittime anche un famoso calciatore: Cheik Tiotè. L'ex giocatore del Newcastle United è stato colpito da un malore mentre si allenava con il Beijing Enterprises proprio il 6 giugno scorso.

Il 30enne ivoriano ha lasciato tre figli e la moglie, che a breve avrebbe partorito anche il quarto. In molti hanno espresso il loro dispiacere con dei twett, tra cui i suoi ex compagni di squadra.

Tra i vari campioni che hanno perso la vita da giovanissimi troviamo anche Nicky Hayden, campione mondiale MotoGP nel 2006, deceduto dopo essere stato ricoverato a causa di un incidenti in bici, nel quale è stato investito da un'automobile.