Pubblicità
Pubblicità

#iPhone 8 (#iPhone X o iPhone Edition, a seconda del nome che #Apple sceglierà) potrebbe essere presentato soltanto in seguito al lancio ufficiale di Apple iPhone 7S Plus e 7S. Da diverso tempo, ormai, stiamo leggendo notizie secondo cui l’azienda di Cupertino starebbe riscontrato problemi che pare abbiano determinato un ritardo considerevole nella produzione del melafonino del decennale [VIDEO]. Solo pochi giorni fa, l’autorevole Wall Street Journal ha parlato di “problemi tecnici” in merito al processo produttivo, che sembra stiano portando la società a rimandare di circa un mese l’effettiva disponibilità del device. L’implementazione di uno schermo OLED dovrebbe aver reso complicato il lavoro di integrazione del sensore di impronte digitali nel medesimo display di iPhone 8, tanto che Apple avrebbe messo da parte una simile possibilità, viaggiando verso l’ipotesi di un iPhone privo di Touch ID.

Pubblicità

Apple avrebbe poi dovuto affrontare un ulteriore problema inerente ai display OLED. La tecnologia degli stessi è decisamente più avanzata rispetto a quella riscontrabile sugli smartphone Samsung. Per l’atteso top di gamma, il team di Cupertino avrebbe optato per la netta separazione tra lo schermo ed il pannello touch vero e proprio. Quanto detto richieste molti più step, crescendo il livello di complessità durante l’assemblaggio. Oltretutto, si rendono necessarie specifici controlli di unità in unità. Non dimentichiamo, poi, un notevole aumento dei costi.

Continuano i problemi per Apple iPhone 8

Il noto analista Ming-Chi Kuo ritiene che Apple abbia pagato tra i 45$ ed i 55$ per i classici display LCD degli iPhone attualmente in commercio. Tuttavia, per gli schermi forniti da Samsung, avrebbe sborsato tra i 120$ ed i 130$ per singolo pannello.

Pubblicità

Questo, in teoria, sarebbe un’altra delle ragioni a cui ricondurre un eventuale aumento dei prezzi di Apple iPhone 8.

Oltretutto, nelle scorse settimane, sono giunte voci secondo cui il nuovo apparecchio potrebbe essere disponibile non prima del mese di ottobre. Ricordiamo poi che, tipicamente, i melafonini appena ufficializzati hanno sempre conosciuto una disponibilità limitata nel periodo di tempo appena successivi. Le problematiche inerenti alla fase di produzione, dunque, rappresentano l’ennesima conferma circa questa spiacevole ipotesi. Insomma, i consumatori in attesa di Apple iPhone 8 potrebbero essere costretti a sopportare attese più lunghe del previsto [VIDEO].