Pubblicità
Pubblicità

Se vi dicessimo iPhone X, la prima risposta che un utente amante degli smartphone darebbe è che è un vero e proprio "gioiello" della tecnologia. Design incredibile, funzionalità innovative giustificano questa definizione: perché lo schermo OLED, la qualità eccelsa della fotocamera ma sopratutto il riconoscimento facciale dell'identità sono vere e proprie novità che necessariamente rendono il nuovo smartphone del decennale il fiore all'occhiello dei prodotti lanciati in questo 2017 dall'azienda Apple. Se pensate che in tre giorni di vendite, l'iPhone X è riuscito ad eguagliare in quantità la somma di dispositivi venduti fra iPhone 8 e 8 Plus in un mese e mezzo, ecco allora che definirlo "gioiello" della tecnologia è sicuramente giusto, nonostante il costo non proprio economico (1189 euro per il modello da 64 Gb, 1359 euro per il modello da 256 Gb).

Pubblicità

Sembra però che questo boom di vendite abbia in qualche modo stimolato la concorrenza, pronta a battagliare con Apple in quanto a vendite di smartphone: in particolar modo l'azienda [VIDEO]asiatica #samsung è pronta ad anticipare il lancio di uno dei dispositivi più attesi dagli amanti di android: parliamo del Samsung Galaxy S9.

Lancio anticipato a febbraio 2019?

Sembra infatti che Samsung non voglia perdere tempo, sapendo che i suoi due fiori all'occhiello in quanto a telefonia sono i modelli galaxy S e i modelli note. Ecco perché già ad inizio anno, probabilmente durante il Mobile World Congress 2018, previsto a fine febbraio, dovrebbe lanciare il suo nuovo #Samsung Galaxy S9. Uno smartphone che sarà [VIDEO]sulla falsariga del precedente modello, ma ovviamente sarà integrato con tecnologie e funzionalità più innovative rispetto al modello precedente.

Pubblicità

Sopratutto novità dovremmo vederne nella fotocamera e nel sensore dell'impronta digitale mentre i pollici dei due nuovi dispositivi (S9 e S9 Plus) dovrebbe essere della stessa dimensione del S8 e S8 Plus, ovvero rispettivamente di 5,8 e 6,2 pollici. Per quanto riguarda il processore, è probabile sia confermato lo stesso utilizzato nei modelli precedenti.

Processore Exynos 9810 da 10 nanometri

Alcuni indiscrezioni parlano di una possibile modifica del processore, con un miglioramento dell'attuale Exynos 9810 da 10 nanometri (di seconda generazione) ad uno da 8 nanometri. Secondo noi è poco probabile che Samsung riesca ad integrare questo nuovo processore al S9, semplicemente perché non ci sono tempi per poter ultimare il processore. Già da dicembre inizieranno le produzioni degli schermi OLED, infatti i dispositivi S9 e S9 Plus, come già anticipato prima, dovranno già essere pronti per fine febbraio inizio marzo 2018 per la presentazione al MWC 2018. Un'ottima notizia per gli amanti Android ed in particolar modo dell'azienda asiatica. E voi preferite Android o iOS? Se volete commentate qui sotto... #cellulare