I militari della Guardia di finanza di Rossano hanno scoperto una truffa ai danni dell'INPS, dell'ammontare di circa duecentomila euro. Secondo i finanzieri un imprenditore agricolo del luogo avrebbe prodotto documentazione per comprovare l'assunzione e il lavoro di ben centoventicinque falsi braccianti agricoli, che tra il 2012 e il 2014 avrebbero lavorato per oltre settemila giornate lavorative senza peraltro vedere mai un terreno. Anzi, dagli accertamenti che sono stati fatti sembra che anche i contratti di affitto, dei terreni nei quali la fittizia azienda agricola coltivava i propri prodotti fossero falsi. Infatti per comprovare la necessità di avere una così ingente forza lavoro il fantomatico imprenditore ha dovuto per forza di cose dimostrare una considerevole disponibilità di terreni agricoli.

Centoventicinque persone coinvolte

Al meccanismo della truffa, ovviamente, non erano estranei gli stessi falsi braccianti che, grazie alle mendaci dichiarazioni dell'imprenditore, hanno intascato indennità di malattia, di maternità e di disoccupazione. Secondo i militari delle fiamme gialle i falsi braccianti assunti dall'azienda in questione hanno percepito centoventiquattro indennità di disoccupazione e ben settantotto tra indennità di malattia e di maternità, il tutto complessivamente per duecentomila euro.

L'azienda non pagava nemmeno i contributi all'INPS

Come se non bastasse, ad aggravare il quadro accusatorio nei confronti dell'imprenditore le indagini hanno appurato che l'azienda, sempre tra il 2012 e il 2014, ha omesso di versare alle casse dell'erario, i contributi previdenziali dovuti per le centoventicinque assunzioni, accumulando debiti, nei confronti dello Stato, pari a circa sessantamila euro.

La parola alla Procura di Castrovillari

Ovviamente le centoventicinque persone coinvolte sono state denunciate a piede libero alla Procura di Castrovillari che accerterà la responsabilità di ognuno per quella che resta, comunque vada a finire, una delle più grandi truffe scoperte negli ultimi anni ai danni dei fondi per l'agricoltura. #Cronaca Cosenza