Alla fine, l'estate sembra davvero essere finita. Dopo le piogge di qualche settimana fa, si era ripresentato il sole, tanto che le temperature, in alcune zone della Calabria, avevano addirittura superato i 35 gradi centigradi. Molta gente aveva deciso di andare di nuovo al mare, con le spiagge ormai svuotate dai turisti che hanno lasciato la Calabria da un bel po' di tempo. I calabresi, dunque, sono tornati al mare. Almeno fino a ieri. Da oggi, infatti, il maltempo in Calabria sta flagellando alcune zone da nord a sud. 

Le zone colpite 

Tutta la regione, dunque, è sotto la pioggia. Da oggi, infatti, prevale la nuvolosità.

Pubblicità
Pubblicità

In particolare, però, le zone più colpite sono quelle ioniche, alcune delle quali già flagellate qualche settimana fa, quando a Rossano e Corigliano ci furono tremende alluvioni. E non bisogna dimenticare neanche quella di Catanzaro, quando la città capoluogo della regione fu letteralmente sommersa dall'acqua. Come si può vedere dalla foto della cartina del meteo, sembrano essere risparmiate solo le zone dell'alto Tirreno cosentino, mentre il resto della regione se la sta vendendo brutta.

Evoluzione meteorologica 

Lampi, tuoni, pioggia e grandine hanno svegliato questa mattina la popolazione calabrese. In alcune zone, specie in quelle ioniche reggine, nella mattinata aveva prevalso il sole, mentre man mano che si avvicinava il pomeriggio, avanzavano anche i nuvoloni carichi di pioggia. 

Nel pomeriggio, dunque, prevale il cattivo tempo.

Pubblicità

In serata si prevede ancora pioggia. Domani, lunedì 21 settembre, è prevista un'altra giornata di #Maltempo in Calabria

Rischio allagamenti ed esondazioni

Ormai, come si sa, ogni volta che piove il rischio allagamenti è molto alto. Le città ioniche catanzaresi e cosentine sembrano essere sempre più propense a questo tipo di evento naturale. Proprio per questo, bisogna stare nella massima allerta non solo per eventuali allagamenti, ma anche per le esondazioni dei fiumi che, quando piove abbondantemente, possono provocare danni molto seri. #Cronaca Cosenza