Forte scossa di #Terremoto è stata registrata nella nottata di oggi 16 ottobre nella regione Calabria e precisamente nella provincia di Cosenza. La scossa sarebbe stata avvertita alle ore 2:16 della notte e l'Istituto di Geofisica e Vulcanologia avrebbe fatto risalire la scossa ad una magnitudo di 4.4 della scala Richter. L'epicentro sarebbe stato localizzato in mare. Vediamo nel dettaglio quanto è emerso dalle analisi dell'Ingv.

Terremoto con magnitudo 4.4 

Il forte terremoto avrebbe avuto il suo ipocentro in mare, ad una profondità di 250 chilometri. La grande profondità del terremoto non ha dato ai cittadini la possibilità di avvertire la scossa.

Pubblicità
Pubblicità

L'epicentro però è stato localizzato nella zona di Paola, a circa 40 chilometri dalla provincia di Cosenza. L'energia del terremoto si sarebbe dispersa in mare e non avrebbe coinvolto nessuna zona della terraferma. Alcuni cittadini però avrebbero dichiarato di aver avvertito chiaramente la scossa tra Paola e Amantea. In un primo momento l'Istituto Nazionale di Geofisica e vulcanologia, aveva dichiarato che l'intensità del terremoto era di 4.1 sulla scala Richter. Secondo un aggiornamento dell'ultima ora invece la potenza sarebbe salita a 4.4.

Non è la prima scossa che si è avvertita nel Tirreno in questo periodo. Solo qualche giorno fa, infatti, un altro forte sisma era stato localizzato proprio tra la Calabria e la Sicilia con magnitudo 4.2. Si teme infatti che queste scosse siano causate di movimenti del vulcano sottomarino Marsili, che sarebbe ancora attivo.

Pubblicità

Secondo gli specialisti però si tratta di scosse dovute alla tettonica delle placche, che dunque non avrebbero nulla a che fare con Marsili.

Vi ricordiamo che è possibile segnalare le scosse di terremoto da voi avvertite direttamente al portale specializzato dell'Ingv. In attesa di nuovi aggiornamenti sulla scossa di stanotte e su altri spostamenti della Terra, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posizionato in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura. #Cronaca Cosenza