Altra tragedia nella regione Calabria, dove un imprenditore è stato accoltellato alla testa. Non sono ancora noti i motivi del folle gesto, ma il colpevole sarebbe un operaio di origini romene. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che stanno indagando sull'accaduto, e da quanto emerso non ci sarebbero mai stati problemi tra i due. Vediamo insieme una prima ricostruzione della dinamica. Il responsabile si trova già in stato di fermo.

La tragedia

Il tutto è avvenuto a Paola sulla fascia tirrenica calabrese, in provincia di Cosenza. Un operaio di nazionalità romena ha accoltellato il proprio datore di lavoro alla testa con un coltello dalla lama di 25 centimetri.

Pubblicità
Pubblicità

L'aggressore avrebbe inflitto dei colpi tra il collo e la testa senza alcuna pietà. La vittima è un imprenditore del settore del soccorso stradale, ed il folle gesto è avvenuto nel parcheggio della ditta. Immediatamente sono arrivati i soccorsi e l'uomo ha subito una profonda lesione tra la tempia e l'orecchio, dove il coltello è rimasto conficcato per un bel po'.

Nonostante avesse il coltello in testa, l'imprenditore sarebbe riuscito ad avvisare il fratello e a scrivere il nome del responsabile sulla brina creatasi sulla macchina. L'uomo, dopo un primo trasferimento all'ospedale di Paola, è stato portato nella struttura dell'Annunziata ed ora si trova in prognosi riservata. Per fortuna, al momento non è in pericolo di vita. Gli agenti della Squadra Mobile stanno indagando su quanto accaduto, ma ancora non sono emersi i motivi che hanno spinto il romeno ad accoltellare il titolare.

Pubblicità

Il dipendente, infatti, lavorava con l'uomo e veniva regolarmente retribuito. Le forze dell'ordine stanno indagando su alcuni indizi che potrebbero rivelare il movente dell'aggressione.

Il responsabile è un ragazzo di venti anni, David Cristian Florian. Il giovane è stato già fermato dalle forze dell'ordine e dovrà rispondere di quanto successo e, qualora dovessero essere confermate le accuse nei suoi confronti, sarà chiamato a scontare la sua pena. In attesa di ulteriori informazioni, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posizionato in alto, accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura. Così facendo, potrete restare sempre aggiornati sulle notizie di cronaca. #Cronaca Cosenza