Il terribile avvenimento è stato registrato in Calabria nella giornata del 6 novembre. Un ragazzo di appena trent'anni ha cercato di togliersi la vita nella provincia di Cosenza, in pieno centro. Il folle gesto stava avvenendo proprio a Piazza Loreto, posto in cui ogni giorno passano centinaia di persone. Il ragazzo è un disoccupato di origini rumena. Vediamo nel dettaglio la prima ricostruzione dell'accaduto da parte delle forze dell'ordine che sono intervenute sul posto.

Il tentato suicidio

Il ragazzo di appena trent'anni ha cercato di togliersi la vita in pieno giorno a Pizza Loreto, nella provincia di Cosenza. Qui il giovane di origine rumena, probabilmente un senza tetto, ha deciso di farla finita tagliandosi le vene.

Pubblicità
Pubblicità

L'uomo infatti avrebbe estratto dalla sua tasca  una lametta cominciando a provocarsi delle ferite.  Perchè questo folle gesto? Il ragazzo non solo era disoccupato, ma in quelle ore versava in un evidente stato di ebrezza. I numerosi passanti, preoccupati per le condizioni del giovane, avrebbero immediatamente avvertito il 118. I sanitari immediatamente sono intervenuti sul posto, ma sono stati minacciati dal 30enne. Per calmare il ragazzo è stato necessario l'intervento da parte della Questura di Cosenza, per evitare la tragedia. L'uomo è stato bloccato dalle forze dell'ordine che lo hanno convinto a buttare la lametta. Il ragazzo ha poi tentato di scappare, ma è stato bloccato e consegnato ai sanitari del 118 per essere curato e per medicare le ferite che si era procurato. Tanta la paura da parte dei passanti che hanno assistito al drammatico evento.

Pubblicità

Il ragazzo è ormai da anni a Cosenza e già un'altra volta aveva cercato di togliersi la vita in pubblico, probabilmente per le stesse motivazioni. In attesa di nuove informazioni sul caso, vi invitiamo a restare aggiornati sulle nostre notizie di cronaca sia della provincia di Cosenza e sia di calibro nazionale. A tal proposito vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posto in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo. #Cronaca Cosenza