Terribile notizia di cronaca giunge dalla regione Calabria. Una giovane ragazza è scomparsa dal pomeriggio del 21 marzo 2016 nella provincia di Cosenza. Si chiama Luana D'Elia ed è una studentessa di 24 anni che studia all'Università della Calabria. La ragazza non è stata intravista da nessuna delle sue colleghe nella giornata di ieri, né tra le aule e né per i corridoi dell'ateneo. La ragazza alle ore 14 è uscita dalla sua abitazione, a Roggiano Gravina, per recarsi all'università a seguire le ultime lezioni visto che era prossima alla laurea. Luana non aveva avvisato i familiari di voler trascorrere la notte fuori casa e non aveva nemmeno atteggiamenti che potessero far pensare ad un allontanamento volontario.

Pubblicità
Pubblicità

Numeri utili e come riconoscerla

Luana D'Elia ha 24 anni, è alta 1.63, ha i capelli corti e porta gli occhiali. Secondo quanto riporta il portale quicosenza.it, al momento della scomparsa indossava dei jeans, un piumino blu ed una maglietta rossa. Nella photogallery è presente la sua foto e i volantini che sono stati sparsi per le ricerche. La ragazza è scomparsa nei pressi dell'Università della Calabria. Chiunque avesse notizie delle giovane o chiunque dovesse riconoscerla è pregato dunque di contattare i carabinieri o i due numeri riportati nel volantino. In particolare i numeri indicati sono: 345-4344549 oppure 320-8852624.

Nessun segnale dalla ragazza

La ragazza dopo aver preso il bus si è recata fino a Castiglione Cosentino. Qui avrebbe dovuto aspettare l'altro bus che avrebbe dovuto condurla all'ateneo.

Pubblicità

Nessuna delle sue conoscenti l'ha vista. Il suo cellulare è spento da ieri pomeriggio. La ragazza inoltre non ha lanciato segnali che potessero far pensare ad un allontanamento volontario. Adesso sul caso stanno indagando le forze dell'ordine che stanno monitorando le telecamere di video sorveglianza per ricostruire tutti i movimenti della giovane dal momento in cui è arrivata alla stazione di Rende. Ulteriori aggiornamenti verranno rilasciati senza dubbio nelle prossime ore dalle forze dell'ordine. #Cronaca Cosenza