Ormai non si può stare tranquilli nemmeno in casa propria. Nella provincia di Cosenza, ed in particolare nel comune di Rende sono stati rinvenuti diversi segni, croci sui citofono di vari appartamenti. L'autrice del tutto è una donna extracomunitaria che gira con una bambina. Immediatamente è stato lanciato l'allarme soprattutto tra i tanti studenti universitari che alloggiano a Rende. Vediamo cosa è emerso e cosa è stato consigliato agli abitanti.

Extracomunitaria possibile topo d'appartamento

Una donna e una bambina girano da diversi giorni tra le abitazioni rendesi. La scusa è quella di vendere accendini e così facendo si infila negli appartamenti e butta l'occhio in giro.

Pubblicità
Pubblicità

Da quanto è emerso la donna, dopo aver lasciato i vari appartamenti, lascia delle croci, dei segni, numeri oppure semplicemente delle scritte con 'Si', 'No' sui citofoni e campanelli. Secondo quanto è emerso, la signora lascia dei segni anche a coloro che non le aprono la porta. Tra i vari palazzi a cui la donna a fatto visita troviamo già i Torricelli e anche palazzo La Perla, ubicato dietro l'hotel Majorana. Non è da escludere che la lista possa allungarsi repentinamente.

Allarme lanciato soprattutto per gli studenti

Sono diversi gli studenti dell'università della Calabria che abitano in queste zone. La pagina Facebook 'Spotted Unical Nuovo' ha lanciato un messaggio importante che subito ha fatto il giro dei social network. Sulla pagina infatti è stato dichiarato la presenza della signora per le vie di Rende e inoltre gli amministratori hanno invitato a controllare per evitare rapine o altro. Ecco il particolare post della pagina:

La notizia è stata rivelata fondata ed è subito nato il caos.

Pubblicità

Si tratta di segni per i malintenzionati? Tutti i ragazzi sono invitati a chiamare le autorità competenti qualora rinvenissero dei segni o qualche scritta accanto alla propria porta. Ulteriori dettagli emergeranno senza dubbio dettagli emergeranno senza dubbio nei prossimi giorni. In attesa di invitiamo a mostrare prudenza e a cliccare sul tasto Segui in alto per restare aggiornati con le nostre notizie.  #Cronaca Cosenza