Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare dalla provincia di Cosenza. Nel pomeriggio del 16 aprile 2016 un agguato è stato consumato, ma per fortuna non sono stati registrati morti. Il tutto è avvenuto nella provincia di Cosenza e precisamente nel comune di Cetraro. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e anche i sanitari del 118. Vediamo i primi dettagli che sono emersi e la prima ricostruzione che è stata fornita.

Destinatario dello sparo è un senegalese di 28 anni

Erano circa le ore 16 del pomeriggio di sabato 16 aprile 2016 quando un ragazzo, di soli ventotto anni, stava tranquillamente pedalando sulla sua bicicletta.

Pubblicità
Pubblicità

Il ragazzo si trovava lungo le strade di Cetraro ed in particolare su via Porto. Mentre pedalava verso la strada che conduce all'approdo turistico, alcuni ignoti si sarebbero avvicinati a lui ed avrebbero esploso un colpo di arma da fuoco. Il colpo ha raggiunto immediatamente il 28enne che è caduto al suolo. Per fortuna diverse persone si trovavano in quella zona in quel momento ed hanno notato il corpo del giovane a terra. Pensando che fosse caduto dalla bicicletta e vedendo che non si rialzava, i passanti hanno allertato i sanitari del 118. Immediatamente gli operatori si sono recati sul posto e hanno provveduto a dare le prime cure all'uomo. Sono stati immediatamente chiamati anche i carabinieri, vista la gravità della situazione.

Sono partite le indagini dei carabinieri di Cetraro e Paola

Adesso i militari stanno indagando per cercare di capire chi sono gli ignoti che hanno colpito il senegalese e stanno raccogliendo tutti gli elementi necessari anche per capire quali compagnie frequenta il giovane e se ha qualche conto in sospeso con qualcuno.

Pubblicità

Le indagini sono nelle mani dei carabinieri di Cetraro che collaborano con i carabinieri della stazione di Paola. Ulteriori dettagli sull'argomento emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. Nell'attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posizionato in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo. #Cronaca Cosenza