Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria, dove una donna è morta per un banale incidente domestico. La drammatica vicenda è avvenuta nella provincia di Cosenza nella giornata del 19 aprile 2016, ma la notizia è stata diffusa soltanto nelle ultime ore. Vediamo nel dettaglio la ricostruzione effettuata dalla forze dell'ordine che sono intervenute sul posto.

Donna di 78 anni muore mentre pulisce i vetri

La tragedia si è consumata nella provincia di Cosenza, a Roseto Capo Spulico. La donna, che aveva 78 anni, aveva deciso di ritornare al suo paese di origine e di trascorrervi la vecchiaia, dopo tanti anni trascorsi in Piemonte. La vittima, le cui iniziali sono A.C.R, non si era mai sposata ed era pienamente autosufficiente.

Pubblicità
Pubblicità

Nella giornata del 19 aprile aveva cominciato a fare le pulizie, com'era sua abitudine e, in particolare, si era dedicata alla pulizia dei vetri. Proprio in quell'istante è avvenuta la tragedia. Intenta a pulire la finestra, l'anziana sarebbe scivolata.

Secondo quanto riporta il portale online "quicosenza.it", i soccorsi sarebbero arrivati con leggero ritardo, perché l'unica ambulanza disponibile era impegnata in altri interventi. Così, al posto del 118, è arrivata la Misericordia che con un proprio mezzo ha provveduto a trasportare la donna da Roseto Capo Spulico a Rossano. Purtroppo, però, il brutto trauma cranico non le ha dato scampo e la sfortunata signora è deceduta qualche minuto dopo l'arrivo al Pronto Soccorso.

L'intero paese è affranto dal dolore per la perdita di una paesana che, nonostante i tanti anni trascorsi al nord Italia, era conosciuta e ben voluta da tutti.

Pubblicità

Da alcuni anni, infatti, era ritornata a Roseto Capo Spulico per godersi la pensione, ma purtroppo la sorte le ha riservato un amaro destino. Ulteriori dettagli sulla vicenda emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. In attesa di saperne di più, vi invitiamo a cliccare sul tasto segui posizionato in alto, accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura. #Cronaca Cosenza