Paura nel cosentino nella notte tra il 26 e il 27 aprile. Un'altra terribile notizia giunge dalla provincia di Cosenza dopo la morte di una ballerina di 33 anni in seguito ad un incidente. Stavolta non si tratta di un incidente ma di un'automobile che è stata data alle fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia. Vediamo i primi dettagli che sono emersi in seguito alle prime indagini.

Auto incendiata a Serra Spiga, nel cosentino

Una vettura è stata incendiata nella notte a Serra Spiga. Si tratta di una Ford Focus che è stata letteralmente distrutta dalle fiamme. al momento dell'incendio la vettura era parcheggiata sotto alcuni edifici per cui la paura dei residenti è stata molta.

Pubblicità
Pubblicità

Tantissime sono state le telefonate che sono arrivate ai vigili del fuoco e alla polizia per intervenire prontamente e spegnere le fiamme. Repentino è stato l'intervento dei vigili del fuoco che hanno spento le alte fiamme che stavano divorando il mezzo. I residenti non solo hanno avvertito la puzza di fumo, ma hanno sentito anche il rumore dello scoppio dei vetri e degli pneumatici della vettura. Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalle forze dell'ordine emerge che l'incendio sarebbe di natura dolosa ma ovviamente le indagini sono ancora in corso. Sul caso stanno indagando gli agenti della Squadra Mobile di Cosenza.

Non si tratta del primo caso in Calabria

Ultimamente incendi di tale natura sono stati registrati diverse volte. Nella prima decade di aprile infatti un'altra vettura era stata incendiata sul lungo mare a Reggio Calabria provocando alte fiamme e paura nei residenti.

Pubblicità

In questo caso diverse erano le auto parcheggiate accanto alla vettura e diversi i passanti che hanno allertato le forze dell'ordine per evitare danni peggiori. Per domare e sedare il fuoco era stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco.

In attesa di scoprire ulteriori dettagli sull'incendio avvenuto nel cosentino, vi invitiamo a restare connessi con le nostre news cliccando sul tasto Segui collocato in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena terminato la lettura. #Cronaca Cosenza