Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare dalla provincia di Cosenza. Un violento impatto frontale è stato registrato sulla strada statale 534 ed una donna è morta. Si tratta di una ragazza di soli 33 anni di Castrovillari. Sul posto è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine e ovviamente dei sanitari del 118. Vediamo i dettagli che sono emersi in seguito all'impatto.

Muore una ragazza di appena 33 anni

L'impatto è stato registrato nella notte tra il 26 e il 27 aprile 2016 sulla strada statale 534, precisamente tra Sibari e Doria. Il violento scontro è avvenuto verso le due di notte tra un camion ed un'automobile.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo i primi dati che sono eversiva vettura della ragazza si sarebbe scontrata frontalmente contro il camion che era condotto da un cittadino polacco. Il corpo della donna è rimasto intrappolato tra le macerie della vettura ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per procedere all'estrazione. La ragazza purtroppo è morta sul colpo e a nulla è servito il repentino intervento dei sanitari del 118 che immediatamente sono corsi sul luogo dell'incidente.

La vittima

Vittima dell'incidente è una ragazza di Castrovillari, Angela Ciraudo, di trentatré anni. La ragazza era una ballerina e insegnante di danza molto conosciuta e famosa nella provincia e ovviamente nel suo territorio. La vita le è stata spezzata troppo presto. Alla famiglia della ragazza arriva il conforto di tutto il paese che si unisce al dolore e piange la perdita di una persona tanto amata e stimata.

Pubblicità

Sul posto sono intervenute ovviamente le forze dell'ordine che hanno prelevato tutti gli elementi necessari per poter ricostruire attentamente la dinamica dell'incidente ed attribuire eventuali responsabilità. Non emergono dettagli sulle condizioni di salute del conducente del camion. Ulteriori dettagli emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. In attesa vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posizionato in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo. #Cronaca Cosenza #cronaca nera