Continua a tremare la terra in Calabria e dopo la scossa avvertita il 15 aprile a Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria, stanotte ne è stata avvertita un'altra nella provincia di Cosenza. Per fortuna il sisma non è stato di grossa intensità ma è stato ugualmente avvertito in diversi comuni. Vediamo i dati che sono emersi in seguito alle rilevazioni dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Scossa di magnitudo 2.9

La scossa di terremoto è stata localizzata nella provincia di Cosenza intorno alla mezzanotte, ora italiana, quindi a cavallo tra il 15 e il 16 aprile. Il sisma è stato registrato dalla Sala Sismica INGV-Roma ad una latitudine di 39.78 e longitudine 15.84.

Pubblicità
Pubblicità

La profondità è stata di 276 chilometri mentre la magnitudo di 2.9 della scala Richter. stando alle informazioni rivelate dal portale ingv.it, la scossa è stata localizzata a 65 chilometri a nord ovest di Cosenza, 96 chilometri a sud di Potenza e 99 chilometri a nord ovest di Lamezia Terme.

I comuni interessati

Il #Terremoto è stato avvertito da diversi comuni. In particolare a quattro chilometri dall'epicentro troviamo Santa Maria del Cedro. A cinque chilometri dall'epicentro sono invece presenti i comuni di Santa Domenica Talao e Scalea. Proseguendo, nel raggio di dieci chilometri, la scossa è stata avvertita anche dai comuni di Grisolia, Orsomarso, Maierà, Verbicaro, San Nicola Arcella. Nel raggio di venti chilometri troviamo invece i comuni di Diamante, Papasidero, Buonvicino, Praia a Mare, Aieta, Tortora, San Donato di Ninea, Belvedere Marittimo e Mormanno.

Pubblicità

Vi ricordiamo che la situazione è costantemente aggiornata e monitorata dall'istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Se avete avvertito la scossa potrete aiutare l'INGV a raccogliere ulteriori dati grazie alla funzione presente sul portale 'Hai sentito il terremoto?'. Si tratta di dati che vengono raccolti tramite un questionario in cui vi si chiederà il luogo in cui vi trovavate al momento della scossa e cosa stavate facendo. I dati verranno usati soltanto per migliorare la conoscenza degli effetti del sisma sul territorio. #Cronaca Cosenza