Si aggrava il bilancio dell'incidente avvenuto il 29 aprile nella provincia di Cosenza a San Lucido. Nel tragico impatto si contavano due vittime e due feriti, ma adesso è emerso che anche una delle ragazze ricoverate è deceduta. Si chiamava Sara Frangella, e come le altre vittime, aveva diciannove anni. Grande dolore per la provincia di Cosenza che si unisce al dramma della famiglia.

Morta la ragazza rimasta gravemente ferita nell'impatto

L'incidente era avvenuto il 29 aprile 2016 verso le ore otto del mattino. Le ragazze si stavano dirigendo da San Lucido a Paola per motivi di studio quando sono rimaste vittime dell'incidente.

Pubblicità
Pubblicità

Due di loro erano morte sul colpo. Si tratta di Ida Oliva e Filomena Santoro, mentre Sara Frangella era rimasta gravemente ferita. Grazie al repentino intervento dei sanitari del 118 la giovane era stata trasportata presso l'ospedale civile Annunziata di Cosenza, dove ha lottato tra la vita e la morte. Purtroppo la giovane non c'è l'ha fatta ed è scomparsa ieri 2 maggio. I genitori della giovane hanno mostrato tanto amore e coraggio ed hanno autorizzato anche la donazione degli organi per fare del bene a persone che hanno bisogno. La giovane ragazza era molto apprezzata e stimata. Era una studentessa e nel tempo libero faceva la baby sitter.

L'incidente

Il terribile impatto era avvenuto sulla strada statale 18 e le quattro ragazze viaggiavano a bordo di una Lancia BY.So sono scontrate contro un Suv Mercedes con a bordo due persone che sono rimaste ferite in maniera lieve.

Pubblicità

Sul posto erano intervenute le ambulanze, l'elisoccorso e le forze dell'ordine. I feriti erano stati trasportati all'ospedale di Cosenza, Paola e Cetraro. Per Ida Oliva e Filomena Santoro, i sanitari non avevano potuto fare altro che constatare il decesso. A causa della tragedia era stato necessario anche chiudere la strada statale e il traffico era stato deviato su una strada secondaria. Ulteriori dettagli su quanto accaduto emergeranno senza dubbio a breve. In attesa vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posizionato in alto. #Cronaca Cosenza #cronaca nera