Una terribile notizia giunge dalla provincia di Cosenza ed in particolare dal comune di Rende. Una tragedia è avvenuta nel pomeriggio del 3 maggio nei pressi del Marconi, vicino allo svincolo autostradale Cosenza Nord. Un ragazzo, studente dell'università della Calabria, avrebbe accoltellato il coinquilino e poi si sarebbe gettato dal balcone. Vediamo le prime informazioni che sono trapelate.

Accoltella il coinquilino e poi si getta

Il tutto è avvenuto a Rende a via Marconi, una zona molto trafficata dai numerosi lavoratori e studenti che ogni giorno raggiungono l'università della Calabria. Nel pomeriggio del 3 maggio la tragedia.

Pubblicità
Pubblicità

Le dinamiche di quanto accaduto non sono ancora chiarissime ma dalle indagini delle forze dell'ordine emergono le prime informazioni. In particolare è emerso che i due ragazzi universitari stavano litigando. Il tutto è sfociato in una colluttazione e uno dei due avrebbe afferrato un coltello e avrebbe accoltellato il coinquilino. Secondo quanto riporta lacnews24.it, questi avrebbe cercato soccorso tra i vicini per poi raggiungere la struttura ospedaliera di Cosenza con la propria auto e le sue condizioni non sarebbero gravi. L'altro invece, dopo aver compiuto il fatto, si sarebbe buttato dal balcone dell'appartamento. In seguito alla caduta sarebbe sbattuto contro una macchina parcheggiata di sotto.

Il ragazzo è deceduto

L'intervento dei sanitari del 118 è stato repentino e il ragazzo è stato soccorso e trasportato in codice rosso presso l'ospedale civile di Cosenza.

Pubblicità

Purtroppo il ragazzo è deceduto poco dopo. Sul posto sono prontamente intervenuti anche i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Rende. Le forze dell'ordine adesso stanno raccogliendo tutti gli elementi necessari per poter ricostruire più esattamente la dinamica della tragedia. Ulteriori aggiornamenti emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. In attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura. #Cronaca Cosenza #cronaca nera