Continuano le indagini per trovare il violentatore della ragazza di 21 anni iscritta all'Università della Calabria. La giovane studentessa, nella notte tra martedì 17 e mercoledì 18 maggio, si era recata al pronto soccorso dell'Ospedale Civile Annunziata ed aveva denunciato di aver subito violenza sessuale in uno dei quartieri di Rende.  La ventunenne proviene dalla provincia di Vibo Valentia ed ha avuto il coraggio di denunciare l'oltraggio subito.

Le indagini delle forze dell'ordine

La ragazza si è così recata al pronto soccorso in lacrime e sono stati i medici a darle i primi segni di conforto e sostegno. I sanitari inoltre hanno effettuato tutti i controlli del caso e hanno certificato la violenza subita dalla giovane.

Pubblicità
Pubblicità

La ragazza aveva sul corpo diverse ferite, tutti compatibili con un feroce stupro. Immediatamente è scattata la segnalazione ai carabinieri della compagnia di Rende che così hanno subito movimentato la situazione cominciando le indagini. Le forze dell'ordine stanno raccogliendo tutti gli elementi necessari per poter risalire al responsabile e fare giustizia. Ovviamente, considerando la delicatezza della situazione, le indagini si stanno svolgendo con assoluto riserbo. I particolari emersi ancora sono pochi anche perché la vittima è ancora molto scossa, sia fisicamente e soprattutto psicologicamente.

Non si tratta del primo episodio

Purtroppo la realtà è molto preoccupante. Non si tratta del primo episodio che viene registrato e le zone prese di mira sono sempre più quelle affollate da universitari.

Pubblicità

Un anno e qualche mese fa, una ragazza di 25 anni era stata violentata a Roges, sempre nel comune di Rende, nell'androne di casa. Il responsabile era stato individuato nel giro di qualche settimana. Nel 2012, due studentesse spagnole erano riuscite a sfuggire ad una trappola messa in atto da uno stupratore. Momenti molto difficili sono stati vissuti dagli studenti anche tra il 2013 e il 2014, quando un molestatore seriale si aggirava sempre nei pressi del campus. La situazione è molto delicata. Ulteriori dettagli emergeranno a breve. #Cronaca Cosenza