Una notizia davvero sconcertante giunge dalla regione Calabria. Una tragedia si è consumata nel cosentino nel primo pomeriggio del 25 maggio. Intorno alle ore 14 una lite si è trasformata in tragedia: una donna è stata accoltellata dal proprio compagno. Quest'ultimo si è poi ucciso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Vediamo quanto accaduto in seguito alle prime indagini.

Accoltella la compagna e poi si toglie la vita

Il tutto è accaduto nel comune di Saracena, sito nella provincia di Cosenza. La lite è scoppiata tra una coppia di pensionati: i protagonisti sono infatti un uomo di 81 anni, Leone Mario Vuono e una vedova di 68 anni, sua compagna.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo pranzo i due avrebbero iniziato a litigare. Il motivo della lite sarebbe stato la partenza della donna per i funerali di suo padre che si sarebbero celebrati a Torino il 26 maggio. L'anziano non era per niente d'accordo alla partenza della donna e pertanto voleva farla restare a casa. La discussione si è fatta più accesa e l'uomo avrebbe estratto un coltello per poi ferire la compagna. Poi si è buttato dal balcone. L'uomo è così precipitato da un'altezza di ben sei metri ed è morto sul colpo. Secondo le prime informazioni che sono trapelate, l'uomo aveva diversi problemi di salute e già un'altra volta aveva tentato di togliersi la vita. I militari di Saracena hanno trovato il suo corpo a terra riverso nel sangue. Ad avvertirli una passante che aveva soccorso la donna fuggita dopo l'aggressione.

Pubblicità

Gravi ferite per la donna

La compagna di Vuono ha riportato delle ferite gravi. È stato necessario l'intervento dei sanitari del 118 che immediatamente l'hanno condotta presso l'ospedale di Castrovillari. Qui è stata curata e fortunatamente non è in pericolo di vita. Adesso i carabinieri di Castrovillari stanno indagando sul caso e stanno cercando di raccogliere ulteriori elementi per verificare l'esatta e precisa dinamica dei fatti. Ulteriori dettagli emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. Per saperne di più cliccate sul pulsante Segui in alto. #Cronaca Cosenza