Le tragedie si susseguono nella regione Calabria ed una terribile notizia giunge dalla provincia di Cosenza. Nella tarda mattinata del 7 giugno 2016, un pensionato di 81 anni è morto falciato dal suo aratro. L'uomo era andato a lavorare i campi. Vediamo nel dettaglio tutto ciò che è emerso dopo l'incidente.

Travolto dall'aratro: è morto

La vittima è Giovanni Mitidieri, un uomo di 81 anni, che si era recato nei suoi campi per ararli. Il tutto è accaduto ad Amendolara, esattamente a Pozzo della Guardia, provincia di Cosenza. L'uomo aveva portato con sè anche il pranzo ed aveva avvisato la moglie che avrebbe fatto rientro a casa soltanto nel pomeriggio.

Pubblicità
Pubblicità

La donna non vedendolo rientrare, verso le ore 19 ha subito chiamato i figli che si sono recati sul posto per vedere cosa fosse accaduto. Arrivati nei campi i figli dell'uomo sono caduti nella profonda disperazione. Hanno trovato l'ottantunenne riverso in una pozza di sangue con la gamba destra che era stata tranciata dall'aratro ed era stata legata con un pezzo di stoffa. Era stato l'anziano stesso a legarla cercando di raggiungere il centro abitato. L'uomo ha però perso molto sangue e la ferita non gli ha dato scampo. Sul posto sono stati chiamati anche i sanitari del 118 che però non hanno potuto fare altro che costatare il decesso dell'anziano. Sono ovviamente stati effettuati degli accertamenti da parte dei medici ed è emersa anche la tempistica della morte. Il decesso dell'uomo sarebbe avvenuto otto ore prima del ritrovamento del suo corpo.

Pubblicità

Il procuratore avrebbe archiviato il caso come incidente sul lavoro, restituendo così la salma ai familiari. Non è stata disposta l'autopsia. In paese è stata rinviata la proclamazione del sindaco eletto con le elezioni del 5 giugno. Giovanni Mitidieri infatti era il padre di Marco ossia dell'ex presidente  del consiglio comunale rieletto come consigliere. L'uomo era inoltre il suocero del direttore generale del comune, Nicola di Leo. Ulteriori dettagli emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. #Cronaca Cosenza