Anche oggi 6 luglio arriva una bruttissima notizia dalla regione Calabria. Si tratta dell'ennesimo fatto di cronaca che si registra nella regione Calabria ed ancora una volta si tratta di un brutto incidente. L'impatto è avvenuto nella provincia di Cosenza sulla strada statale 106 che ormai da diverso tempo continua a mietere tantissime vittime. In questo incidente è morto un ragazzo di 22 anni e altre due persone sono rimaste ferite.

Tragedia nel cosentino

L'incidente stradale è stato registrato nella serata del 5 luglio sulla strada statale 106 ma notizie più approfondite emergono soltanto oggi 6 luglio. Il tutto è accaduto a Sibari, nel comune di Cassano allo Ionio.

Pubblicità
Pubblicità

Il bilancio è di un morto e due feriti, per fortuna non gravi. La vittima stava viaggiando serenamente a bordo di una Fiat Punto che si è improvvisamente scontrata con un'Audi. Non sono emersi ancora dettagli circa la dinamica dell'incidente ma stando alle prime informazioni rilasciate dalle autorità, potrebbe trattarsi di un tamponamento. Sul posto è stato immediatamente richiesto l'intervento dei sanitari del 118 che hanno cercato di effettuare i primi soccorsi ma per il giovane ragazzo non c'è stato nulla da fare. Le condizioni degli altri due feriti non sono gravi fortunatamente. Sul fatto stanno indagando gli uomini della Polizia stradale di Rossano.

Muore Giuseppe Varlaro

La vittima è Giuseppe Varlaro, un giovane di 22 anni che era originario di Trebisacce ma che era residente a Roseto Capo Spulico.

Pubblicità

Egli è la tredicesima vittima della strada statale 106 che ormai da diverso tempo viene definita 'la strada della morte'. Anche l'Associazione 'Basta Vittime sulla strada statale 106' da comunicazione della morte del giovane ragazzo. Con grande dolore comunica la morte di Giuseppe  e si unisce sinceramente al lutto della famiglia Varlaro, a tutti i suoi parenti e agli amici che hanno perso una persona tanto cara e speciale. Intanto l'Associazione continua a chiede interventi sulla strada per evitare che vengano registrate ulteriori vittime. #Cronaca Cosenza #cronaca nera