Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare dalla provincia di Cosenza. Un delitto è stato consumato nella giornata del 9 luglio 2016 ed è stato fermato un anziano signore di settantotto anni. Alla base di tutto ci sarebbe una tentata violenza da parte di un anziano sulla sua badante. La donna si sarebbe opposta e l'anziano l'avrebbe accoltellata. Vediamo tutti i dettagli che sono emersi in seguito agli accertamenti delle forze dell'ordine e all'intervento degli operatori medici.

Tentata violenza e poi l'omicidio

Il tutto è acceduto nella provincia di Cosenza ed in particolare nel comune di Acri. Qui vive un anziano di settantotto anni con la sua badante di origini bulgare e di cinquantotto anni.

Pubblicità
Pubblicità

La donna lo assisteva e lo accudiva da diverso tempo. Non sono emersi dettagli circa la dinamica esatta di quanto accaduto, ma sarebbe stato il presunto assassino a chiamare i carabinieri. L'uomo avrebbe parlato di un'aggressione ai suoi danni e ai danni della sua badante da parte di un gruppo di ignoti. Tuttavia grazie alle indagini delle forze dell'ordine è emerso che proprio il settantottenne avrebbe prima cercato di abusare sessualmente della donna per poi ucciderla. La badante infatti non avrebbe ceduto alle avances dell'anziano e così l'uomo l'avrebbe accoltellata. Nell'aggressione anche l'uomo ha riportato delle ferite. Grazie all'intervento dei sanitari del 118 l'uomo è stato condotto presso l'ospedale di Acri dove le sue ferita da taglio sono state prontamente medicate e curate.

Con l'accusa di omicidio è stato fermato l'anziano.

Pubblicità

Si tratta di Angelo Brogno che nella notte tra l'8 e il 9 luglio è stato ritrovato nella sua abitazione con accanto il corpo esanime dalla sua badante. Il decreto è stato emesso dal sostituto procuratore della repubblica di Cosenza, Donatella Donato. Essa ha condotto le indagini insieme al procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo. Ulteriori dettagli per ricostruire la dinamica di quanto accaduto emergeranno a breve. Continuate a leggere le nostre news cliccando sul tasto Segui. #Cronaca Cosenza